QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 13 dicembre 2019

Attualità lunedì 05 agosto 2019 ore 08:35

Bonus per l'acquisto di bici pieghevoli

Foto di repertorio

Il bonus bici mira a incentivare l'uso dei mezzi di trasporto sostenibili. I fondi saranno assegnati fino a esaurimento delle risorse



FIRENZE — La Regione Toscana ha varato la seconda edizione del bonus bici per incentivare l'uso combinato dei due mezzi di trasporto più sostenibili: bicicletta e treno. 

Grazie al bonus, infatti, gli abbonati ferroviari che dimostrano di aver acquistato una bici pieghevole avranno un rimborso fino a 150 euro fruibile come riduzione sugli abbonamenti mensili e annuali di Trenitalia e Tft.

Le dimensioni massime della bicicletta pieghevole acquistata devono essere di cm 80x110x40, perché sia trasportabile in treno gratuitamente senza restrizioni di orario.

Per chiedere il bonus bici sarà necessario: acquistare una bicicletta pieghevole; scaricare e compilare la domanda di partecipazione al bando; allegare la documentazione fiscale (es. fattura/ricevuta fiscale, scontrino fiscale parlante), che dovrà dimostrare l'acquisto, riportare le generalità del compratore, le caratteristiche della bici comprata e la data (compresa tra il 19 luglio 2019 e il 31 marzo 2020, date di emissione e scadenza del bando); allegare la documentazione del pagamento (es. ricevuta di bonifico/carta di credito/pago bancomat); allegare copia degli abbonamenti ferroviari in corso di validità (o abbonamento annuale o almeno 3 abbonamenti mensili rilasciati tra la data del bando e i 6 mesi precedenti).

La documentazione dovrà essere inviata per via telematica attraverso l'interfaccia web Ap@ci oppure inviando una mail dalla propria casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo PEC della Regione Toscana regionetoscana@postacert.toscana.it. Il contributo sarà assegnato seguendo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, fino all'esaurimento dei fondi.



Tag

Bonafede e la gaffe sulla differenza tra reato doloso e colposo | Video

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità