QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 25°29° 
Domani 26°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 26 giugno 2019

Attualità lunedì 04 maggio 2015 ore 19:59

Gara per il trasporto pubblico, altra proroga

L'Autorità garante della concorrenza e del mercato archivia il procedimento e dà tempo fino al 16 Giugno per presentare le offerte di gara



FIRENZE — Si è risolto positivamente il confronto tra Regione e Autorità per la regolazione del mercato sulla procedura di gara unica regionale aperta per l’individuazione del gestore del servizio di trasporto pubblico su gomma.

Lo scorso 21 Aprile, con una nota a firma del segretario generale dell'AGCM, l'Autorità ha formalmente comunicato che, sulla base delle azioni indicate dall'Amministrazione regionale, sono venuti meno i dubbi concorrenziali formulati nel parere adottato dalla stessa Autorità, facendo venire meno i presupposti di una impugnazione della gara regionale dinanzi al Tar e disponendo di conseguenza l'archiviazione del procedimento posto in essere.

Il procedimento era stato avviato dall’Autorità lo scorso 16 febbraio 2015, con una richiesta di chiarimenti e di integrazioni degli atti di gara, suggerendo un'adeguata proroga del termine per la formulazione dell'offerta.

La Regione, oltre ad evidenziare tutti gli elementi che dimostrano assenza di violazioni della concorrenza, ha posto in essere una serie di azioni tese ad alleviare ulteriormente i possibili profili di criticità, in particolare per quanto attiene agli oneri finanziari conseguenti all'eventuale subentro di un nuovo operatore di tpl. A fronte di tutto ciò l’Autorità garante ha deciso di chiudere la procedura avviata.

In conseguenza di tale decisione e tenuto conto delle modifiche concordate con il Garante, il responsabile del procedimento ha disposto un’ultima proroga del termine per la presentazione delle offerte, fissata al 16 Giugno.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Lavoro

Politica