QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°15° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 06 dicembre 2019

Attualità lunedì 28 settembre 2015 ore 11:39

Indotto e centrali, doppio incontro in Comune

Si è svolto questa mattina un doppio incontro in Comune con le organizzazioni sindacali per discutere dell'indotto servizi e di Edison e Elettra.



PIOMBINO — Un focus con Gianfranco Simoncini, consigliere del presidente Rossi, sulla situazione dei lavoratori dell’indotto e delle aziende elettriche Edison ed Elettra. Si sono tenuti oggi a Piombino in sala consiliare, alla presenza del sindaco Massimo Giuliani, del vicesindaco Stefano Ferrini e delle organizzazioni sindacali territoriali e regionali due momenti diversi di confronto sui temi del lavoro e della reindustrializzazione.

Prima con i sindacati dei servizi mensa e pulizie facenti parte dell’indotto Aferpi; poi con Filctem Cgil Femca Cisl e Uiltec Uil, in rappresentanza dei lavoratori delle centrali Edison ed Elettra. Nella prima riunione i rappresentanti di Cgil Cisl Uil e Ugl hanno espresso preoccupazioni sulla possibilità che le gare di appalto per i servizi mensa e pulizia vengano vinte da soggetti imprenditoriali fuori dal territorio con conseguenti ricadute negative sul fronte occupazionale.

Per questo i sindacati hanno chiesto di avviare un confronto con Aferpi per discutere l’inserimento di una clausola sociale a salvaguardia dell’occupazione locale all’interno dei bandi di gara. Proposta condivisa da regione e amministrazione comunale le quali si sono impegnate a convocare a breve Aferpi perché avvii un dialogo con i soggetti sindacali con l’obiettivo di salvaguardare il personale dell’indotto attualmente occupato.

Nella successiva sessione è stata affrontata la delicata situazione in cui versano le centrali Edison ed Elettra. Per quest’ultima, in particolare, sono in scadenza gli ammortizzatori sociali e dal 5 ottobre i lavoratori potrebbero ricevere le lettere di mobilità. 

“Consapevoli di queste criticità - affermano il sindaco e il vicesindaco - chiederemo al Ministero dello Sviluppo Economico, in accordo con Simoncini, un focus specifico su queste aziende e aggiornamenti in merito al tavolo dell’energia nel prossimo incontro dell’8 ottobre. Un tavolo, sottolineano, già previsto dallo stesso accordo di programma.”

Gli incontri sono stati anche l’occasione per fare il punto sul PRRI, il progetto di riconversione e riqualificazione riguardante l’area di Piombino. Nel corso dell’incontro il sindaco e Simoncini hanno ricordato alle organizzazioni sindacali le opportunità che si apriranno a breve con l’apertura dei bandi rivolti agli incentivi per le imprese che riassumeranno lavoratori del territorio.

Nella prima parte del mese di ottobre è prevista l’uscita degli avvisi, una sorta di pre call per i bandi relativi ai 20 milioni del Mise gestiti da Invitalia. A dicembre ci sarà la vera apertura del bando con possibilità di presentare i progetti specifici.

“Alla fine di ottobre a Piombino si terrà un evento istituzionale già concordato con Regione, Invitalia e Mise di presentazione del bando di Invitalia relativo ai 20 milioni. In quell’occasione si ci saranno aggiornamenti anche sugli ulteriori finanziamenti previsti dal PRRI, i 32 milioni di euro che saranno erogati dalla Regione su fondi europei". 

Saranno organizzati worshop tematici con imprese, tecnici e associazioni di categoria per presentare meglio le varie opportunità che i bandi mettono a disposizione. Intanto il Comune si è già mosso con una newsletter specifica, inviata a imprese, associazioni di categoria e studi commerciali, dove sono indicate le opportunità di finanziamento messe a disposizione, direttamente dalla Regione e nell’ambito PRRI, per quelle imprese che vogliano investire nell’area di Piombino.



Tag

Salvini: «Il leader delle sardine non vuole confrontarsi con me? La cosa è reciproca»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità