QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21°25° 
Domani 19°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 16 giugno 2019

Attualità mercoledì 09 gennaio 2019 ore 11:13

L’App anti-abbandono in funzione anche a Piombino

Foto di archivio

Per il momento è stata attivata al nido d’infanzia e allo spazio gioco, ma l’applicazione può essere richiesta anche dalle strutture private



PIOMBINO — Dopo Campiglia Marittima anche Piombino ha annunciato l’introduzione dell’app salvavita per scongiurare l’abbandono dei bimbi in auto. Si chiama Camillo l’App che combatte il blackout temporaneo della mente e che può portare all’abbandono involontario dei bambini in auto. 

Il nuovo servizio nasce come mezzo di comunicazione tra l’asilo e i genitori per prevenire questi casi tragici, entrerà in funzione dalle prossime settimane nelle due strutture pubbliche gestite dal Comune di Piombino, nido d’infanzia Panda e Spazio Gioco Marameo. ed Il progetto è stato presentato martedì 8 gennaio presso il quartiere Porta a Terra Desco al personale educativo e ai genitori.

L’obiettivo è quello di garantire a tutte le famiglie un sistema di sicurezza e accompagnamento alla genitorialità, offrendo la possibilità di comunicazioni efficaci tra servizi e genitori. In casi di assenza ingiustificata del bambino presso la struttura educativa si attiverà infatti un processo di allerta e chiamata individualizzata verso i genitori.

Il progetto si inserisce in una serie di iniziative promosse a livello di tutta la Zona Educativa della Val di Cornia, che già nel corso dell'anno educativo 2017-2018 ha visto l'organizzazione di eventi formativi su tutto il territorio sul tema "Crescere sicuri e felici".

“Si tratta di un’azione di supporto alla genitorialità e alla responsabilizzazione dei genitori – ha affermato l’assessora alla pubblica istruzione Margherita Di Giorgi – con questo strumento si vuol creare una sorta di comunità tra la struttura educativa e i genitori, per facilitare così la circolazione di tutte le informazioni e prevenire che accadano situazioni tragiche come quelle che purtroppo sono accadute”.

Se da casa, tramite l’App, il genitore ha comunicato l’assenza del figlio, tutto risulta regolare, se invece l’assenza è ingiustificata, dopo un quarto d’ora Camillo inizia automaticamente a telefonare alla lista di contatti forniti dalla famiglia. L’applicazione chiama uno dopo l’altro tutte le persone della lista.
II sistema adottato vede l'adesione di tutti i servizi educativi del sistema integrato della Val di Cornia e sarà quindi promosso da tutti i Comuni (San Vincenzo, Campiglia Marittima, Suvereto, Piombino e Sassetta), rispondendo ai requisiti richiesti dalla recente normativa regionale. Gli asili gestiti da privati possono aderire allo stesso costo applicato al pubblico, 4 euro più Iva al mese per bambino, se aderiscono entro il 31 gennaio.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Sport

Spettacoli