comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 26°30° 
Domani 21°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 03 agosto 2020
corriere tv
In auto sul nuovo ponte di Genova: «Lavorare in quarantena è stata dura, ma non ci siamo mai fermati»

Attualità sabato 04 luglio 2020 ore 09:30

Asa Spa ha un nuovo Consiglio di gestione

Alessandro Fino, Stefano Taddia e Rosario Di Bartolo

Dopo 16 anni Ennio Trebino ha lasciato la guida della società di gestione idrica. Stefano Taddia nominato presidente del Consiglio di gestione



LIVORNO — Il Consiglio di sorveglianza di Asa Spa ha nominato il nuovo Consiglio di Gestione in seguito alle dimissioni rassegnate dall’ingegner Ennio Trebino dalla carica di Amministratore Delegato. Il Consiglio di Sorveglianza ha deliberato i nuovi rappresentanti del Consiglio di Gestione designati dai soci: l'avvocato Stefano Taddia, già presidente di Casalp, è stato nominato Presidente del Consiglio di Gestione; l'ingegner Rosario Di Bartolo - manager di Ireti, società del Gruppo Iren che detiene il 40 per cento di Asa - è stato nominato Consigliere Delegato e Legale Rappresentante; il dottor Alessandro Fino è stato confermato Consigliere Delegato per le riconosciute competenze e i risultati raggiunti.

I membri del nuovo Consiglio di Gestione hanno accettato le nomine e il loro incarico è immediatamente esecutivo, in virtù dell’avvenuta attribuzione – in questo stesso contesto - delle deleghe ai singoli Amministratori.

"Il Consiglio ha ringraziato l’AD uscente, Ing. Ennio Trebino - hanno aggiunto da Asa Spa -, per l’importante lavoro svolto dal 2004 ad oggi e il Presidente uscente, Dott. Nicola Ceravolo, per il contributo dato nel corso del suo mandato. Un ringraziamento speciale all’Ing. Ennio Trebino che è stato alla guida di ASA per 16 anni raggiungendo fondamentali risultati sul piano economico, del miglioramento della qualità del servizio e nella ricostruzione dell’immagine aziendale. Grazie ai numerosi investimenti sul territorio il servizio è stato potenziato; occorre evidenziare in particolare i due impianti realizzati a Piombino per l’abbattimento rispettivamente del boro e dell’arsenico che per tecnologia utilizzata e per dimensione rappresentano, il primo un’eccellenza a livello mondiale, il secondo a livello Europeo. Un'altra opera strategica è il serbatoio di Stagno. Un'infrastruttura che permette di garantire il servizio idrico nei comuni di Livorno e Collesalvetti durante eventuali rotture sulle importanti adduttrici e di programmare gli interventi di manutenzione straordinaria anche in orari diurni senza provocare disagi ai cittadini. Sotto il profilo della raccolta e della depurazione delle acque reflue, i numerosi investimenti degli ultimi anni hanno consentito a tutti i comuni costieri gestiti di ottenere il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu".

Alessandro Fino, Stefano Taddia e Rosario Di Bartolo



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità