QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°21° 
Domani 18°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 19 ottobre 2019

Attualità sabato 11 luglio 2015 ore 21:15

Outlet a Tor di Sale, Enel ci pensa davvero

Il progetto di riconversione della centrale elettrica di Tor di Sale è una delle opzioni con più possibilità di realizzazione.



PIOMBINO — Parte da Alessandria la ricerca di idee innovative e sostenibili per riqualificare il sito industriale dell’ex centrale elettrica di Enel. 

Un Concorso Internazionale di Idee per identificare il migliore progetto di valorizzazione dell’area con particolare attenzione alle opportunità e alle esigenze della comunità locale, già sondate anche per mezzo di un mirato piano di ascolto. 

La ricerca di idee progettuali, aperta a tutti i soggetti qualificati secondo criteri di partecipazione mirati a garantire, nel contempo, la qualità degli elaborati ed un’ampia adesione, si inserisce nel Progetto Futur-E (www.futur-e.enel.it), un nuovo modo di concepire l’energia come motore di un sistema più versatile ed efficiente. 

Il Progetto parte dalla consapevolezza che il modo di produrre elettricità sta cambiando. La riduzione dei consumi, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e l'evoluzione tecnologica delle reti di distribuzione stanno portando a una trasformazione complessiva dell'intero settore elettrico a partire dalle centrali di generazione tradizionali, la cui funzione viene ripensata per tener conto delle crescenti esigenze di sostenibilità ambientale, efficienza energetica e competitività che interessano sia il singolo cittadino sia le aziende elettriche. 

Enel è impegnata nella valorizzazione di quegli impianti meno efficienti, alcuni dei quali non producono già da diversi anni, anche nel ruolo di “capacità di riserva”. Impianti che non potrebbero tornare a produrre nemmeno se la domanda elettrica aumentasse notevolmente. Si tratta, perciò, di centrali (o parti di esse) che hanno esaurito il proprio ciclo di vita (o stanno per farlo) e la propria funzione.

In Italia sono 23 i siti Enel oggetto di questa trasformazione, per una potenza installata complessiva di 13 GW (gigawatt): Trino vercellese (VC), Alessandria, Genova, La Spezia, Carpi (MO), Porto Marghera (VE), Porto Tolle (RO), Livorno, Piombino (LI), Camerata Picena (AN), Pietrafitta (PG) (solo la parte turbogas e non l’impianto a ciclo combinato), Gualdo Cattaneo (PG), Montalto di Castro (VT), Campo Marino (CB), Larino (CB), Maddaloni (CE), Giugliano (NA), Bari, Rossano Calabro (CS), Termini Imerese (PA), Augusta (SR), Porto Scuso (CI), Assemini (CA).

Per quanto riguarda la centrale di Tor del Sale di Piombino, il Direttore Global Generation di Enel Enrico Viale ha dichiarato: “Su Piombino stiamo esaminando diverse proposte. Una di queste è la realizzazione di un centro commerciale che prevede la presenza di negozi outlet grandi firme su un’area di circa 40 ettari. 

Si tratta di un progetto interessante che prevedrebbe sia il riutilizzo di alcune parti dell’impianto esistente che la riconversione di altre in una configurazione eco-compatibile e sinergica vista anche la presenza del limitrofo parco del WWF. 

Il tutto, naturalmente, mantenendo anche le aree verdi già esistenti. Una delle caratteristiche dell’ipotesi che stiamo esaminando prevede tra l’altro la realizzazione di costruzioni in legno su palificate così da non incrementare le volumetrie esistenti e minimizzando l’impatto sul terreno esistente. 

Una riconversione come questa potrebbe garantire un significativo indotto (fino a svariate centinaia di risorse tra diretti e indiretti), salvaguardando nel contempo aspetti ambientali e naturalistici dell’area. Questo è un esempio concreto di come Enel sta interpretando il progetto Futur-E “.

Enel ha così avviato un programma di ascolto e confronto con tutti gli stakeholder. L'obiettivo è quello di coinvolgere le persone, i territori e le aziende locali nell'affrontare efficacemente la realtà e il cambiamento, anticipando e cogliendo nuove opportunità di sviluppo.

Il Bando per il Concorso di Idee è on line dal 1° luglio sul sito-piattaforma www.futur-e.enel.it .

Le domande di concorso, complete degli elaborati richiesti, dovranno pervenire sul sito www.futur-e.enel.it a partire dal 15 luglio e non oltre il 15 ottobre 2015.

L’esito della selezione sarà ufficializzato entro il 10 Dicembre 2015. Entro lo stesso mese di dicembre avrà luogo la cerimonia di premiazione.

Al progetto vincitore sarà conferito un premio pari a 20mila euro, saranno inoltre premiati anche il secondo ed il terzo classificato con, rispettivamente, 15mila e 10mila euro.

A conclusione del Concorso di Idee, al fine di procedere all’effettiva realizzazione dell’idea progettuale, Enel avvierà una seconda fase dedicata a soggetti interessati nel realizzare le Idee Progettuali.



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità