Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO14°17°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Politica sabato 01 maggio 2021 ore 06:00

Dal Pd un'alternativa al Patto per Piombino

Partito Democratico

Bocciato il documento presentato dalla giunta Ferrari. Il Partito Democratico lancia un'alternativa per intercettare i finanziamenti del Recovery Fund



PIOMBINO — Il Partito Democratico ha presentato un documento in risposta al Patto per Piombino della giunta Ferrari.

"L’Amministrazione comunale ha lanciato il Patto per Piombino, un documento molto vago sulla situazione della città e sulle sue prospettive di sviluppo, chiedendo, in occasione della presentazione, contributi e integrazioni alle forze politiche, alle associazioni, ai sindacati e alla cittadinanza. - si legge in apertura al documento - Come partito di minoranza avevamo chiesto l’apertura di un tavolo di confronto, non solo formale, per poter partecipare concretamente alla costruzione di una proposta per il rilancio della città. Da parte del sindaco non c’è stata disponibilità in tal senso ma il Partito Democratico ritiene di dover apportare il proprio contributo propositivo e concreto, non sottraendosi alla responsabilità di esprimere il proprio punto di vista. Così come redatto dalla Giunta di Piombino, appare un libro dei sogni senza alcun riferimento concreto alla fattibilità dei singoli percorsi e senza alcun accenno alle risorse necessarie per realizzarli. Rileviamo, inoltre, che molte delle proposte presentate come rivoluzionarie siano già presenti da anni nella programmazione urbanistica del nostro Comune come obiettivi strategici oppure come vere e proprie norme di governo del territorio".

Il rischio segnalato dal Pd è che si possa perdere l'occasione di intercettare i finanziamenti del Recovery Fund. Per questo l'elaborazione, grazie alla partecipazione dei circoli della Val di Cornia, dai gruppi consiliari e completato dallaFederazione, di un nuovo documento già consegnato all'Amministrazione comunale nella speranza che venga condiviso. Nel documento vengono trattati gli argomenti chiavi per il rilancio della città, passando per lavoro, infrastrutture e ambiente. Il suggerimento è di utilizzare gli elaborati già pronti del Piuss (Piano integrato di sviluppo urbano sostenibile) rivedendo obiettivi e computi economici.

"Crediamo inutile e fuorviante da parte del Comune di Piombino la presentazione di 9 progetti, tra i quali il rifacimento di Piazza Dante, un tratto di ciclabile di lungomare Marconi, la riconversione del Circolino delle Acciaierie, l’adeguamento alle norme del Cinema Metropolitan, la ristrutturazione del mercato coperto, la sostituzione di lampadine con Led per l’illuminazione pubblica, la realizzazione del Ponte di Ferro e, non ultimo, il Polo Culturale. - viene sottolineato - Questi progetti, oltre a essere già in parte finanziati dalla Comunità Europea e dalla Regione, anche qualora fossero finanziati, non cambierebbero certo il futuro della città, perché sono interventi di riqualificazione di aree urbane ma non sono strategici per la riqualificazione economica e sociale della città. Rileviamo inoltre che i 9 progetti presentati dal Comune non rispondono ai requisiti suggeriti dall’Europa nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) e quindi saranno sicuramente destinati al rifiuto della richiesta di finanziamento. Proponiamo quindi di rielaborare urgentemente i progetti legati alla riconversione delle aree industriali adeguando e ridimensionando le tabelle relative ai computi economici dei singoli interventi, per richiedere finanziamenti straordinari legati al Recovery Plan".

E' con questo documento, da considerarsi punto di partenza di un percorso di riflessione, il Pd si presenta anche alla città per riaprire un confronto con le categorie, le organizzazioni sindacali e la città.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dall'inizio della pandemia sono stati registrati 140 casi di positività al Covid-19, 121 le persone guarite e 2 quelle decedute
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità