QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 16°20° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 15 ottobre 2019

Lavoro giovedì 13 giugno 2019 ore 09:54

Acciaio al piombo, “niente test senza relazioni”

Le segreterie Fim, Fiom e Uilm chiedono le relazioni dei risultati prima di procedere con ulteriori test. Chiesto un incontro urgente



PIOMBINO — Stop ad altri test di lavorazione di acciaio al piombo senza le relazioni dei monitoraggi. A chiederlo sono le segreterie provinciali di Fim, Fiom e Uilm.

“Nelle scorse settimane si sono tenuti nello stabilimento Aferpi dei test di sperimentazione di laminazione di acciai automatici, autorizzati dall'Asl (previa specifica integrazione nella Pratica Operativa di Sistema 04,01,134 TMP), dall'Arpat e dagli uffici della Regione Toscana (Settore Autorizzazioni Ambientali). - hanno ricordato in una nota - Durante la sperimentazione le Rls di stabilimento erano presenti sui treni di laminazione per la verifica del rispetto della pratica operativa. Terminata la sperimentazione al Tmp, effettuata in data 21 Marzo 2019, e successivamente al Tve, effettuata in data 30 e 31 Maggio 2019, le Rls in data 7 Giugno hanno richiesto tutti i risultati relativi ai suddetti test di laminazione degli acciai automatici per poter confrontarsi con tutti gli Organi competenti in materia”.

Successivamente alla Rls è stato comunicato che i dati saranno forniti solo dopo la prossima campagna di sperimentazione ed indicativamente entro il 30 Luglio 2019.

“Siamo a scrivere ai suddetti Enti Preposti Asl, Arpat, l'Ufficio della Regione Toscana del Settore Autorizzazioni Ambientali ed al Sindaco di Piombino se gli sono stati forniti tutti i dati della sperimentazione fin qui effettuata nello stabilimento Aferpi. - hanno ribattuto - Riteniamo che tutti gli Enti preposti ed elencati, prima di dare l'autorizzazione ad effettuare ulteriori sperimentazioni di laminazione di acciai automatici, debbano esprimere per iscritto un parere che possa dare la totale certezza di salvaguardia della salute e sicurezza di tutti i lavoratori che saranno impegnati sui vari treni di laminazione”.

Le organizzazioni sindacali hanno pertanto chiesto un incontro da organizzare presso le stanze della Regione Toscana con il coinvolgimento di tutti gli enti coinvolti. Un passaggio necessario prima che l’azienda proceda con nuovo test di sperimentazione.

“Non potremo permettere di effettuare una sperimentazione senza avere tutte le garanzie necessarie. - hanno concluso - Restiamo disponibili per un incontro urgente alla data che vorrete decidere voi”.



Tag

Manovra, Conte: «Quota 100 rimane, questo è l'indirizzo politico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità