QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°16° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 15 novembre 2019

Attualità lunedì 15 giugno 2015 ore 20:12

Piombino al meeting del Santuario di Pelagos

Al museo di storia naturale del Mediterraneo di Livorno il primo incontro internazionale dei Comuni aderenti al partenariato del ‘Santuario Pelagos’



PIOMBINO — Si è svolto venerdì 12 giugno al museo di storia naturale del Mediterraneo di Livorno il primo incontro internazionale dei Comuni aderenti al partenariato del ‘Santuario Pelagos’, l’area istituita a difesa dei cetacei secondo un accordo firmato nel 1999 da Italia, Francia e Principato di Monaco, e a difesa dell’habitat principale delle balenottere comuni (il più grande mammifero del Mediterraneo) dei capodogli, di delfini e stenelle.

Per il Comune di Piombino ha partecipato all’incontro l’assessore all’ambiente Marco Chiarei. “L’invito a questo meeting – ha dichiarato l’assessore – è senza dubbio un grande riconoscimento perché solo noi e il comune di Viareggio abbiamo avuto la possibilità di parteciparvi. E’ stata infatti la prima vera occasione in cui il ministero dell’ambiente, in collaborazione con quello francese, ha convocato tutti i comuni aderenti alla carta di partenariato del santuario Pelagos”.

“In questa sede – ha proseguito Chiarei – abbiamo elencato le attività di sensibilizzazione, informazione, divulgazione e formazione dei giovani e più in generale della cittadinanza e le modalità operative in caso di eventi di spiaggiamento. E’ stata l’occasione anche per spiegare concretamente le sinergie messe in atto per la gestione dello spiaggiamento del grosso cetaceo avvenuto nella Costa Est nel 2012”.

Tra gli aderenti all’accordo si possono contare comuni italiani e francesi, in quel tratto di mare che abbraccia la l’alto Tirreno, la Costa Azzurra, la Corsica fino a lambire la Sardegna.

L’obiettivo del ministero dell’ambiente, in prima linea nell’organizzazione assieme all’omologo francese, è quello di valorizzare le iniziative adottate nell’ambito del partenariato, creare nuove sinergie transfrontaliere a livello regionale e internazionale e stabilire un primo bilancio dell’attuazione della Carta.

A questo proposito Chiarei ringrazia l’on. Velo per il suo impegno nell’organizzazione dell’iniziativa, utile ad implementare rapporti e relazioni tra comuni aderenti, e a offrire possibilità concrete di partecipazione a bandi di finanziamento transfrontalieri”.



Tag

Venezia sott'acqua, la peggiore marea degli ultimi 50 anni: le immagini dall'elicottero

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità