Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:31 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 01 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Ragazzi, non guidate se avete bevuto e correte verso la felicità nel ricordo di Francesco»

Attualità venerdì 05 ottobre 2018 ore 15:00

Arci e Samarcanda per l'accoglienza

Una lunga nota quella delle due realtà locali per sensibilizzare all'accoglienza e al sostegno, allontanando paure e politica



PIOMBINO — Arci Piombino - Val di Cornia e il Circolo culturale Samarcanda riprendono il discorso su immigrazione e accoglienza. In primo luogo, senza entrare nel merito delle accuse verso il sindaco di Riace Mimmo Lucano, esprimono solidarietà verso tutti coloro che si adoperano e lavorano per l'accoglienza, la solidarietà e il rispetto dell'essere umano, immigrato o no.

"Esprimiamo il nostro disappunto e vergogna verso coloro che gioiscono dei mali altrui ed esprimono un concetto di stato autarchico e fascista. - hanno detto in una lunga nota di cui riportiamo alcuni estratti - L’Arci Piombino Val di Cornia Elba e Samarcanda vogliono affermare con forza alcuni concetti che li contraddistinguono e che sono patrimonio del proprio Dna e di cui ne fanno motivo di impegno volontario ogni giorno".

"Occorre prima di tutto trovare la giusta collocazione del fenomeno migratorio, pensarlo prima di tutto come risorsa e non come problema. - hanno aggiunto - La realtà è complessa e come tale richiede risposte articolate e condivise. Le migrazioni, gli uomini e le donne delle migrazioni, le loro storie fanno parte di una storia globale. La migrazione, la paura, è la vera grande sfida che ci riguarda tutti e tutte!". 

Un appello quello di Arci e Samarcanda che arriva in "un momento difficili, drammatico, dove le paure e gli strateghi di una politica ciarlatana e xenofoba - dicono - hanno preso campo e appare improprio dire che dobbiamo mettere al centro l'uomo".

Un appello all'accoglienza, insomma, che da anni contraddistingue le due realtà locali.

"L’Arci e Samarcanda, qui nel nostro territorio, ma ovunque, devono essere oggi più di ieri un sostegno e una sollecitazione a far superare le paure, a far rivivere la politica non come opportunità di lavoro, e di interessi particolari, ma come senso reale della comunità. - hanno detto - Ma se di sfida si tratta è altrettanto vero, che non può essere lasciata al caso, ad una sorta di pietismo da una parte o di irrigidimento dall’altra. Pubblico e privato devono trovare momenti di sinergia e aiuto comune, bisogna lavorare concretamente per percorsi integrati. Ecco perché - hanno concluso - siamo dalla parte di chi opera per l’accoglienza e il rispetto dell’essere umano e non con chi gioisce delle disgrazie altrui, delle sofferenze dei più deboli, di chi non ha niente e cerca un minimo di solidarietà. Una vita più dignitosa".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Pd e Anna per Piombino invitavano il sindaco ad aprire un tavolo istituzionale con la Regione Toscana e le parti coinvolte
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Attualità

RIGASSIFICATORE