Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:35 METEO:PIOMBINO20°21°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro 2024, quali sono le squadre favorite per la vittoria

Lavoro mercoledì 22 giugno 2022 ore 16:18

"Aspettiamo un addendum che non arriva mai"

Bandiera Usb

Preoccupazione dall'Unione sindacale di base: "Da molti anni dimenticati da governi, istituzioni e varie aziende. Ora parola d'ordine rigassificatore"



PIOMBINO — "Ci sono 1.650 lavoratori delle acciaierie di Piombino, attualmente in mano agli indiani di Jindal dimenticati da tutti. Nonostante il settore sia in un momento favorevole grazie ad una forte domanda di acciaio a Piombino la parola d'ordine è rigassificatore". Parole dell'Unione sindacale di base che in questi giorni di attesa sul nuovo addendum all'accordo di programma tiene accesi i riflettori sul futuro dello stabilimento Jsw. 

"I 1650 lavoratori sul filo del rasoio aspettando le sorti del proprio futuro. Una fabbrica che lavora a singhiozzo e che ha dimostrato che senza la fabbrica con tutti i suoi lavoratori le sorti della città e della Val di Cornia sono in forte crisi. Questo è il momento di investire invece di aspettare che lo facciano altre nazioni, con Jindal o senza Jindal, cioè con lo Stato. - hanno commentato - Ancora risposte al vento, aspettiamo un addendum che non arriva mai, perché ormai a Piombino il problema è il rigassificatore. Siamo da molti anni dimenticati da governi, istituzioni e varie aziende che hanno parlato e non hanno mai investito veramente sulle acciaierie, ma solo sfruttato un territorio". 

"La parole d'ordine in Piombino è diventata solo rigassificatore, che poi sarà un impianto usa e getta dove tutti sanno benissimo che non porterà nessun posto di lavoro o quantomeno pochissimi a differenza di una siderurgia pulita e moderna. No ad un rigassificatore usa e getta, sì ad una siderurgia moderna con i suoi 1650 lavoratori", hanno concluso dall'Usb.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
De Rosas e Cento (Pd): "Chi come il sindaco Ferrari doveva assicurare la ripresa economica, si è abbandonato a facili slogan"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Lavoro

Politica