comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:56 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 02 dicembre 2020
corriere tv
Prima neve a Milano, le immagini di Piazza del Duomo

Attualità martedì 07 aprile 2020 ore 14:37

Attività sospese, il Comune rinuncia agli affitti

Nigro e Ferracci: "Se vogliamo che le saracinesche abbassate tornino ad alzarsi quando tutto questo sarà finito dobbiamo supportarci"



PIOMBINO — Viste le ripercussioni economiche che l’emergenza Coronavirus comporta in particolare per le attività commerciali, l’amministrazione comunale ha deciso di rinunciare agli affitti dei locali in uso alle attività d’impresa interessate dalla sospensione imposta dai decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri. 

“Il tessuto economico della città - hanno spiegato Paolo Ferracci, assessore al Bilancio, e Sabrina Nigro, assessora alle Attività produttive - ha bisogno di sostegno concreto per superare questo difficile momento. Se vogliamo che le saracinesche abbassate tornino ad alzarsi quando tutto questo sarà finito dobbiamo supportarci gli uni con gli altri e dimostrare di essere una comunità: questo significa comprare a Piombino e sostenere in ogni modo possibile le attività cittadine. Il Comune ha già in cantiere dei progetti utili ad agevolare le attività in questo momento di crisi ma, intanto, abbiamo pensato di rinunciare alle due mensilità per dare un po’ di respiro ai commercianti. In questo momento qualche sacrificio da parte di tutti è inevitabile, ci auguriamo che questa decisione possa essere uno stimolo per gli altri proprietari di locali commerciali a fare altrettanto se possibile: in questo difficile momento dobbiamo dimostrare di essere una comunità e di saperci aiutare gli uni con gli altri”.

Per accedere allo sgravio, i proprietari di attività d’impresa che hanno in affitto locali di proprietà del Comune di Piombino dovranno presentare una richiesta scritta all’ufficio Patrimonio compilando il modulo disponibile sul sito del Comune e inviarlo firmato digitalmente tramite pec a comunepiombino@postacert.toscana.it. Chi non dispone di pec o firma digitale può compilare il modulo e inviare la scansione all’indirizzo nmonteleone@comune.piombino.li.it con la copia del documento d’identità del richiedente. Come ultima opzione è possibile inviare il modulo in originale e la copia del documento d'identità via posta in via Ferruccio 4.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica