QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 11 dicembre 2019

Politica domenica 09 aprile 2017 ore 15:55

Aumento Tari, per le liste bisogna cambiare

Sull'aumento Tari, le liste civiche della Val di Cornia chiedono alle Amministrazione che hanno guidato il passaggio in Ato Sud di agire



PIOMBINO — L'aumento Tari che i comuni della Val di Cornia si trovano a fronteggiare devono avere una spiegazione (leggi l'articolo consigliato). Ne sono certe le liste civiche Comune di Cittadini, Un'altra Piombino, Assemblea popolare Suvereto e Assemblea Sanvincenzina che in una nota chiedono alle amministrazioni Pd, che hanno guidato il passaggio in Ato Sud, di spiegarne il perché.

A Campiglia, per esempio, l'aumento raggiungerà il 30 per cento per le aziende e tra il 5 e l'8 per cento per la famiglie (leggi l'articolo consigliato). "C'era stato garantito che approdare nell'Ato Sud avrebbe ridotto i costi, - hanno detto le liste - migliorato il servizio ed avviato noi tutti verso un radioso destino, invece siamo di fronte ad un servizio peggiore nonostante il continuo aumento delle tariffe e all'allontanamento degli organi decisionali che influiscono sulle strategie aziendali".

"Il tanto sbandierato beneficio sul fronte degli investimenti e sulla qualità del servizio non c'è stato - hanno aggiunto - e una gravissima questione etica ha travolto i vertici di Sei tanto che l'azienda è commissariata".

Le liste hanno chiesto allora di elaborare una soluzione amministrativa che "garantisca per il futuro prossimo un servizio trasparente, meno costoso e più efficiente".



Tag

Natale nel mondo: le città si preparano a celebrare la festa

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport