comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:12 METEO:PIOMBINO10°12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 02 dicembre 2020
corriere tv
Cacciari scherza su cosa farà a Natale ed esagera un po'

Politica martedì 28 luglio 2020 ore 17:15

"Correggiamo problemi che loro hanno creato"

Carla Bezzini

L'assessora Bezzini replica ai gruppi di opposizione Pd e Con Anna dopo le accuse lanciate sulle questioni ambientali



PIOMBINO — L'assessora all'Ambiente Carla Bezzini con un lungo post pubblicato su Facebook ha replicato alle accuse arrivate dai gruppi Pd e Con Anna per Piombino in merito alle tematiche ambientali (leggi qui l'articolo collegato).

"Scortese non rispondere, anche se confesso che la tentazione di ignorare aveva in un primo momento prevalso per evitare, saggiamente e compassionevolmente, di infierire su tanta debolezza e fragilità. Insomma, evitiamo di sparare sulla croce rossa, riprendendo un vecchio e sempre attuale adagio. Ma dato che quel trafiletto continua a circolare, mi sembra inevitabile la cortesia di una risposta. Mi chiedono dove ero io quando la nave Ivy a Luglio 2015 lasciò cadere in mare, di fronte al nostro porto, 56 ecoballe di microplastiche. Dove ero io? Dove erano loro, che governavano la città e ne controllavano ogni istituzione? Dove erano loro, quando l'armatore all'arrivo della nave in Romania ha segnalato la scomparsa di tanta parte del carico imbarcato a Piombino? Perché hanno lasciato che sul tragico evento si stendesse una pesante coltre di silenzio, anche dopo il ritrovamento delle prime balle emerse accidentalmente e recuperate dalle autorità locali? Perché hanno lasciato che la fidejussione di quasi 3 milioni di euro, con la quale avremmo potuto recuperare le ecoballe, fosse svincolata e restituita, così che oggi l'oneroso recupero avverrà a spese della comunità e non di chi il danno l'ha causato? Insomma, chi governava viene oggi a chiedere a un singolo consigliere di opposizione perché non ha gestito, al posto loro, l'ecodramma? Susciterebbero tenera ilarità, se la minaccia all'ecosistema e il loro responsabile silenzio, non avessero messo in così serio pericolo il nostro golfo".

Nel 2015 Carla Bezzini era consigliera di opposizione di una lista civica. "Io so dove sono ora e cosa ho fatto da novembre ad oggi: - ha aggiunto - ho impugnato la questione e attraverso tutti i canali istituzionali, in aperta e piena collaborazione con il commissario straordinario, ho perseguito con determinazione l'obiettivo di disinnescare quella bomba ecologica. Chi governa oggi, è riuscito in pochi mesi a fare ciò che loro non hanno fatto nei lunghi 5 anni passati". 

"Si continua poi con una successione di affermazioni sconnesse in cui si mescolano in un gran calderone tutte le problematiche ambientali che lor signori hanno creato e ci hanno lasciato in pesante eredità: centinaia di migliaia di rifiuti speciali importati da tutta Italia da una società che loro hanno venduto ai privati, con la minaccia di un progetto di raddoppio da loro approvato e caldeggiato, siti di vecchie discariche lasciate ingestite per decenni, nonostante ci fossero le risorse per bonificarle, progetti di distese di pannelli fotovoltaici a distruggere terreni agricoli e paesaggio, che solo questa amministrazione sta cercando di fermare. Allora è inevitabile la domanda: dove erano loro mentre Asiu accumulava sotto i loro occhi milioni e milioni di debiti e le opposizioni chiedevano risposte? Dove erano loro mentre quella montagna di rifiuti speciali cresceva per ripagare quei debiti? Dove erano loro quando una città chiedeva di esercitare un elementare diritto democratico come il referendum? Chiedono se siamo capaci di fare qualcosa di concreto, di andare oltre le chiacchiere e distintivo. Siamo già andati oltre, dal momento che abbiamo cominciato a correggere, o almeno ci proviamo, i concreti danni che loro hanno fatto negli ultimi infausti anni. Potrei continuare, perché la materia sarebbe lunga, ma la metafora della croce rossa, ferma la penna".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Spettacoli