Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PIOMBINO21°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Lavoro martedì 15 novembre 2022 ore 09:57

"Subito al Mise e mettere fine alla farsa Jindal"

Camping Cig chiede un cambio di passo e di atteggiamento: "Per favore, almeno questa volta non abbocchiamo alla centesima narrazione felice"



PIOMBINO — Secondo il Camping Cig, lo stabilimento Jsw è da tanto tempo "un malato in fase terminale". 

"Anche le notizie positive non cambiano il quadro di fondo. - hanno commentato - La commessa delle rotaie di Rfi non basterà certo a garantire una continuità nemmeno del solo Tpp. E poi intendono realizzarla con l'impianto in quelle condizioni? Da non credersi. Gli smantellamenti avvengono in modo quasi selvaggio suscitando le giuste proteste di chi abita in prossimità della fabbrica. Anche l'incontro tra sindacati e parlamentari del destra-centro e la richiesta di incontro al Mise sono stati caratterizzati da toni sindacali dimessi e arrendevoli, senza nemmeno accennare all'ingresso dello Stato nella proprietà di Jsw, come pure era stato ventilato: perchè ciò che vale per Taranto è tabù per Piombino? Entri lo Stato con Rfi con nuovi investimenti, per produrre non solo rotaie ma utilizzando nuovi reparti capaci di costruire anche prodotti finiti per le ferrovie. Questo permetterebbe di realizzare ed ammodernare con minori costi la rete ferroviaria Italiana e di creare uno stabilimento moderno ed ecompatibile. Se lasciamo lo stabilimento in mano a Jsw, lo venderà a pezzi, abbandonerà la lavorazione dell'acciaio ed insieme ad altri investirà su attività altamente inquinanti ed a basso tasso di occupazione creando quindi altri esuberi".

"Da Aprile - ha proseguito il gruppo di attivisti - non si svolgono assemblee dei lavoratori, devono essere convocate subito per decidere le mobilitazioni necessarie per costringere il nuovo governo a convocare subito l'incontro al Mise e mettere fine alla farsa Jindal, con lo Stato che si riprende il controllo decisionale delle acciaierie, eventualmente con un altro privato affidabile. Fra l'altro, l'assemblea dei lavoratori dovrà servire finalmente anche a discutere del rigassificatore a Piombino. In questi mesi tutta l'italia ne ha discusso, meno che i lavoratori Jsw, nonostante che il rigassificatore comprometta l'utilizzo della darsena industriale, per non parlare degli altri rischi". 

"Per favore, almeno questa volta non abbocchiamo alla centesima narrazione felice della serie arrivano le compensazioni del rigassificatore, arriva Arvedi e giù soldi e lavoro per tutti. Basta con le prese in giro, ci dicano quanti esuberi ci sono, come si ricollocano. Senza disdegnare uscite volontarie, prepensionamenti e così via. Al tavolo con il nuovo governo dobbiamo andarci non a capo chino, ma con la fabbrica e la città insieme in lotta: quindi subito assemblee e mobilitazioni", hanno concluso dal Camping Cig.  


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È venuto alla luce ieri il piccolo Damiano, figlio della giornalista Dina Maria Laurenzi della redazione di QUInews-Toscanamedia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità