Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:59 METEO:PIOMBINO13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Politica mercoledì 26 maggio 2021 ore 10:38

Centro Giovani,"ancora molti interrogativi aperti"

Il Centro Giovani di Piombino

Il nuovo modello organizzativo proposto dall'Amministrazione comunale non convince molte forze politiche e associative. Ecco la nota congiunta



PIOMBINO — Tutti preoccupati per il futuro del Centro Giovani. Associazione a Sinistra, Associazione culturale Amici della Biblioteca, Associazione culturale Teatro dell’aglio, Manifesto per la Cultura, Lista Anna per Piombino, Movimento 5 Stelle, Partito della Rifondazione Comunista e Partito Democratico hanno firmato una nota congiunta per esternare il loro disappunto sulla decisione dell'Amministrazione comunale.

Scade l'11 Giungo il bando per l’assunzione di 2 figure professionali che gestiranno il Centro diovani: 2 istruttori direttivi, categoria D, uno con profilo professionale in ambito psicologico e l’altro in ambito formativo. Questo nell'ambito di un piano di internalizzazione del servizio (leggi qui l'articolo collegato).

"Il Centro Giovani è da decenni un punto di riferimento importante per i giovani piombinesi, sia come luogo di socializzazione che come strumento di supporto educativo ed informativo per le classi sociali più disagiate. - hanno ricordato - Mai come oggi, visto il perdurare della crisi socioeconomica che investe il nostro territorio, c'è bisogno di questo servizio che merita di essere al centro nei programmi sociali e nelle politiche giovanili di qualsiasi amministrazione. A tal proposito dobbiamo rilevare che il nuovo modello organizzativo proposto dall'Amministrazione e votato a maggioranza dal Consiglio comunale lascia molti interrogativi aperti sui quali, visto l'importanza dell'argomento, è necessario fare urgentemente chiarezza". 

"Non ci convince - hanno spiegato - la scelta di suddividere le funzioni, affidando la parte progettuale e gestionale, quindi compreso anche il servizio di Informagiovani che ricordiamo comprendere anche la sede di Riotorto, alle sole due persone che verranno assunte dalla società Sgs; lasciando in appalto la gestione fisica della struttura che verrà condotta da 5 persone. In estrema sintesi 2 persone saranno chiamate a svolgere una mole di lavoro enorme, mentre il personale del soggetto che riceverà in appalto il Centro Giovani sarà titolare dell'apertura e della vigilanza della struttura o poco altro". 

"Stante questa situazione - hanno dedotto - ci pare inevitabile che il servizio verrà sensibilmente depotenziato, senza contare la perdita di professionalità e di esperienza accumulata negli anni dal personale che ha gestito il Centro fino ad oggi. Crediamo infine che ci sia urgentemente bisogno di aprire un dibattito pubblico sul futuro del Centro Giovani che metta a confronto in maniera costruttiva l'Amministrazione con la cittadinanza piombinese, proprio per dare risposta ai molti interrogativi aperti da questo nuovo modello gestionale". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Su #tuttoPIOMBINO di QUInews Valdicornia Gordiano Lupi ricorda la piazza d'un tempo e i ricordi ad essa legati. Foto di Riccardo Marchionni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Politica

Attualità