Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:50 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Camera, il labiale di Donzelli durante l'intervento di Gardini

RIGASSIFICATORE sabato 22 ottobre 2022 ore 10:42

Cgil fissa lente su rischi e operatività portuale

“Abbiamo chiesto al commissario Giani di vincolare l’autorizzazione del progetto a questi due aspetti, pena la non realizzazione del rigassificatore”



PIOMBINO — “Operatività completa del porto, chiarimenti sul raggio di rischio relativo ad eventuali incidenti gravi, salute e ambiente: ad oggi in mancanza di concrete garanzie sui seguenti punti per noi fondamentali ribadiamo la nostra contrarietà all’impianto di rigassificazione nel porto di Piombino”.

Così Cgil Livorno fissa dei punti da chiarire rispetto al progetto di Snam per il rigassificatore. 

“Tenuto conto che il raggio di rischio e l’operatività del porto sono tra loro fortemente legati, abbiamo chiesto al commissario Eugenio Giani di vincolare l’autorizzazione del progetto a questi due aspetti, pena la sua non realizzazione. - hanno spiegato - Per quanto riguarda salute e ambiente (temperatura, cloro, ecc….) risulta che sia stato raggiunto un accordo e quindi si sia trovata una soluzione con le società di itticoltura. L'accordo ancora non lo conosciamo nei dettagli: a tal fine appena saranno definiti gli atti daremo un giudizio più compiuto su tale tema”.

“Riteniamo fondamentale che il commissario inserisca queste nostre valutazioni all'interno dell’atto formale e vincolante di autorizzazione al progetto, così come la previsione di opere compensative davvero esigibili. Fondamentale inoltre che il commissario inserisca clausole per lo sviluppo delle energie rinnovabili e dell'idrogeno, e che il rigassificatore resti all'interno del porto soltanto per tre anni. In attesa di capire se le nostre proposte saranno accolte, - hanno concluso - continueremo la nostra mobilitazione, nel rispetto della legge 146/90. Siamo pronti a proclamare lo sciopero generale per tutti i comparti della Val di Cornia nel rispetto delle tempistiche previste in tema di rarefazione degli scioperi. Tra il 24 e il 27 Ottobre avvieremo presidi e iniziative mirate”.

“Per quanto concerne il futuro di Piombino, abbiamo avanzato al commissario le nostre proposte in tema di sviluppo del territorio. Proposte inserite in un documento denominato Piombino green che verrà presentato in dettaglio nelle prossime settimane. Anticipiamo comunque a tal proposito che secondo la Cgil il futuro di Piombino passa attraverso le energie rinnovabili e la nascita di una grande piattaforma basata sull’idrogeno”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Casa di Margot ha segnalato che gli altri Comuni non abbiano servizio di accalappiatura e canile come previsto dalla legge
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Politica