Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:06 METEO:PIOMBINO19°21°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 27 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Di Battista: «Di Maio?Mi dispiace, ma chi è causa del suo mal... Ora si prenda una laurea»

Politica mercoledì 08 aprile 2020 ore 10:11

Comprare locale, idee e suggerimenti del Pd

Frutta e verdura (Foto di repertorio)

Mentre i Comuni di Piombino e Suvereto pensano a un portale per incentivare l'acquisto dei prodotti locali, il PD fa alcune puntualizzazioni



PIOMBINO — Il progetto promosso per invogliare all'acquisto dei prodotti locali annunciato dalle amministrazioni di Piombino e Suvereto nei giorni scorsi non è farina del loro sacco. Viene sottolineano in una nota firmata da Pd e Con Anna per Piombino.

"Il Partito Democratico lancia e l’amministrazione riceve. Nasce da un’idea promossa dal Partito Democratico, pubblicata sulla stampa locale alcuni giorni fa, l’iniziativa di incentivare l’acquisto dei prodotti agroalimentari delle aziende locali, specialmente in questo periodo di crisi. - hanno fatto sapere - L’amministrazione comunale ha subito raccolto l’idea lanciata dal Partito Democratico aggiungendo qualcosa tralasciando qualcos’altro. Elaborando, infatti, l’iniziativa targata Pd, ha pensato di sviluppare un portale al quale potranno accedere produttori e consumatori".

La proposta al momento è stata presentata dai Comuni di Piombino e Suvereto, ma come sottolineano i due gruppi consiliari "una scala allargata a tutta la Val di Cornia avrebbe sicuramente più possibilità di successo".

"Successo, peraltro, che senza la convinta partecipazione e collaborazione della grossa distribuzione locale, difficilmente avrebbe probabilità di funzionamento. Per tale motivo, il Partito Democratico, stimolato dal Circolo Pd di Riotorto, aveva lanciato un appello, proprio alla grande distribuzione, affinché questa si facesse parte attiva, andando anche a rivedere o rinegoziare i contratti di fornitura con le aziende non presenti sul nostro territorio" (leggi qui l'articolo collegato)

"Questo è il momento di sostenere l’economia della Val di Cornia ed è necessario il contributo di tutti. - hanno aggiunto - A tale scopo era stata costituita una sorta di cabina di regia, costituita da tutti i gruppi consiliari, proprio per tentare di gestire al meglio l’emergenza. In quella sede abbiamo rivendicato l’idea e la disponibilità ad un confronto ricevendo un’apertura da parte del sindaco. Così come abbiamo fatto sulla Tari, chiedendo al sindaco di farsi promotore presso l’Ato di proporre una riduzione sulla tassa 2020 in ragione dei minori servizi prestati e della ridotta attività delle aziende. Su questo punto non abbiamo ricevuto risposte certe se non una possibilità di valutazione della richiesta".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco dove sono rimasti i 'baluardi rossi' dopo le politiche 2022, con il centrodestra trainato da Fratelli d'Italia vittorioso in Italia e in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Politica