QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°31° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 22 agosto 2019

Politica mercoledì 15 febbraio 2017 ore 18:00

Il messaggio di Fabiani al suo Pd

Valerio Fabiani

Una lunga lettera aperta firmata dal segretario di Federazione Val di Cornia-Elba a margine del congresso del Partito Democratico



PIOMBINO — "Sono orgoglioso di far parte dell’unico fra i grandi partiti e movimenti che seleziona i propri gruppi dirigenti attraverso la partecipazione democratica di iscritti e elettori. E penso anche che dopo quello che è successo sia assolutamente salutare un passaggio congressuale chiamando a esprimersi la nostra gente. Ma proprio alla luce di quanto è accaduto in Italia e nel Mondo mi domando se non c’è qualcosa di più importante della legittimazione della leadership per cui chiamare a raccolta il nostro popolo". Così il segretario Pd Val di Cornia Elba Valerio Fabiani esordisce in una lettera aperta indirizzata al suo Partito. 

"Abbiamo insomma un gran bisogno di discutere profondamente. Io vorrei un luogo, uno spazio, in cui poter dire la mia senza dover necessariamente indossare una 'giacchetta' a sostegno di qualcuno, magari per raccontare quello che è successo a Piombino: la crisi di un modello di sviluppo e le difficoltà a crearne uno nuovo. - ha aggiunto il segretario - Un momento in cui le tante 'Piombino' d’Italia possano essere oggetto di una riflessione da cui scaturiscano proposte concrete. Proposte utili per l’attuale governo che deve continuare a lavorare e per la nostra futura proposta di governo da presentare alle prossime elezioni".

Fabiani ricorda il ruolo di Renzi che è stato il primo a proporre una conferenza programmatica e una campagna d'ascolto "ed io ero d’accordo, peccato che poi non sia successo niente. - ha detto - Siamo però ancora in tempo per metterci tutti a disposizione di una discussione che somigli a una 'rifondazione' del Pd capace di richiamare i delusi e di mobilitare le migliori energie del Paese, rimettendo al centro le nuove fratture che attraversano la società, i nuovi bisogni, i talenti e le ambizioni. Una proposta nuova che faccia tesoro delle importantissime conquiste che abbiamo ottenuto in questi anni e che ci consenta di fare i conti con gli errori e i limiti che pure non sono mancati. La ricostruzione di un partito, che passa per il ripristino di un clima di rispetto reciproco". 

Per il segretario Fabiani bisogna ripartire dal confronto, lo stesso visto in direzione, allargando questa discussione ai militanti e agli elettori tout court. "Fatevelo dire anche da chi non ha votato Renzi all’ultimo congresso ma che gli ha offerto, dal minuto stesso in cui è diventato anche il mio segretario, la stessa lealtà che ho chiesto a chi nel congresso territoriale non mi aveva sostenuto come segretario e aveva perso". 

Insomma, è dal confronto che il Pd può riparte più forte.



Tag

Chi è Marta Cartabia, possibile prima donna Palazzo Chigi

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Lavoro