Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PIOMBINO18°30°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 20 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità mercoledì 22 giugno 2022 ore 18:30

Consiglio sanità, l’assessore Bezzini non convince

Il Consiglio a tema sanità svoltosi a Piombino

Il sindaco Ferrari: “A tutt’oggi, e nonostante questo incontro, non sappiamo come la Regione voglia declinare il progetto di ospedale unico”



PIOMBINO — Si è svolto il Consiglio comunale monotematico a tema sanità. All’atteso appuntamento hanno preso parte anche l’assessore alla sanità Simone Bezzini e il direttore dell’Azienda Usl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani. Le risposte arrivate, rispetto alle criticità denunciate da sindaco e assessore a Piombino e dalle forze consiliari, non sono state ritenute sufficienti.

“Sulla sanità piombinese pretendiamo la verità. E se quella verità non ci piace, ci arroghiamo il diritto di affermarlo con forza. Abbiamo ascoltato un intervento giustificatorio da parte di Bezzini, che si barcamena tra le scuse del Covid, da una parte, e quelle economiche, dall’altra. Ma se la pandemia può aver avuto una incidenza sulla gestione quotidiana della sanità, dubito che abbia potuto gravare sulla programmazione degli investimenti. Investimenti che, infatti, sono comunque stati pianificati dalla Regione che sceglie, ad esempio, di destinare centinaia di milioni di euro alla costruzione di un ospedale nuovo di zecca, quello di Livorno. - ha commentato il sindaco di Piombino Francesco Ferrari - Questa mattina l’assessore regionale ha snocciolato dati che, nella sua intenzione, avrebbero dovuto consegnarci la misura di un sensibile miglioramento. Miglioramento che però questa comunità non vede, non sente, non percepisce e non certo per una cecità dei piombinesi. Noi non vogliamo parlare di dati, vogliamo parlare di persone. Quelle persone che si vedono, di fatto, amputati tutti i servizi essenziali”.

“Abbiamo chiesto a Regione e all’Azienda sanitaria, presente con la direttrice Casani, i dettagli del piano della regione per rilanciare la sanità del territorio. Abbiamo voluto conoscere le specifiche di quello che dovrebbe essere il Centro di procreazione assistita. Abbiamo chiesto delucidazioni sugli ambulatori per l’infertilità maschile. Abbiamo, ancora una volta, chiesto ragguagli sulla riattivazione del Punto nascita cittadino. Erano tutte promesse fatte dall’assessore regionale a Febbraio 2021. Avremmo voluto avere notizie precise riguardo il potenziamento dei servizi essenziali e il trattamento della patologie tempo dipendenti. A tutt’oggi, e nonostante questo incontro, non sappiamo come la Regione voglia declinare il progetto di ospedale unico: non esistono, ad oggi, progetti e tempistiche per la realizzazione del piano. Assistiamo tristemente ad una guerra tra poveri, Piombino e Cecina, che si contendono il tozzo di pane dei servizi sanitari essenziali”.

E ancora: “Attendiamo con impazienza i tempi di realizzazione del pronto soccorso e dei servizi psichiatrici, gli unici due settori per i quali oggi ci sono stati assicurati a breve cronoprogrammi definiti e chiari, dopo che i precedenti crono programmi sono stati disattesi. Tuttavia, - ha concluso il primo cittadino - troppe sono le domande senza risposta che ancora rimangono a fronte di preoccupazioni che si moltiplicano. E l’unica cosa che ci pare chiara è il cieco pregiudizio ideologico del Bezzini e la confusione della Regione sull’idea di salute pubblica in questo territorio”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il provvedimento è stato adottato dalla sindaca di Campiglia Marittima a seguito dell’allerta meteo del Centro Funzionale Regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità