Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:31 METEO:PIOMBINO14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 22 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il momento in cui si forma il gigantesco tornado che ha colpito l’isola di Giava

Politica venerdì 17 febbraio 2023 ore 15:52

Sanità, il perché del mancato invito a Ferrari

De Rosas (Federazione Pd) replica al sindaco Ferrari: "Probabilmente l’avvicinarsi delle elezioni del 2024 lo preoccupa e ha ragione"



PIOMBINO — "L’intervento del sindaco Ferrari ha reso chiaro a tutte e tutti i presenti nella sala della Provvidenza il perché del mancato invito a un’iniziativa politica del Partito Democratico", così il segretario della Federazione Pd Simone De Rosas ha replicato commentando l'arrivo del sindaco di Piombino durante l'assemblea promossa dal partito alla quale, ricordiamo, erano stati invitati gli altri sindaci dei Comuni della Val di Cornia (leggi qui l'articolo collegato).

"Per altro non risulta a nessuno, come ovvio, che a una qualsiasi iniziativa politica di Fratelli d’Italia o della Lega, che governano Piombino, sia stato invitato uno dei sindaci del Pd della Val di Cornia o della Val di Cecina. - ha proseguito De Rosas - Ferrari è venuto per un comizio di cinque minuti nel quale ha ricordato ai cittadini presenti quali sono i problemi dell’ospedale di Piombino. Problemi aperti da tempo che tutti conosciamo e contro i quali ci battiamo almeno quanto Ferrari che però è sindaco, non un cittadino o un partito, e dovrebbe provare a risolvere i problemi, non solo lamentarsene. E nemmeno esercitare la sindrome dell’accerchiato che funziona dall’opposizione, non dal governo. A meno che l’interesse non sia risolvere i problemi ma usarli per fare speculazione politica alla ricerca di un facile consenso. Una sorta di banchetto fuori sede, quello di Ferrari, senza nessuna capacità di proposta o di visione per il futuro della sanità del territorio. Non un dato, non un numero, non un’idea in grado di cambiare le sorti dei servizi socio sanitari offerti ai nostri cittadini".

"Solo un vago riferimento al ritorno a un ospedale di base, senza spiegare cosa significherebbe per i cittadini piombinesi. - ha aggiunto De Rosas - Questo: perdere immediatamente a Piombino i letti di breve osservazione, pediatria, cardiologia, neurologia, psichiatria, oncologia, oculistica, otorinolaringoiatria, urologia, tutti servizi che, pur in carenza di personale e grazie all’impegno straordinario dei professionisti, oggi vengono erogati. E per i quali da Piombino i cittadini dovrebbero andare non a Cecina ma a Grosseto o a Livorno. L’unico intervento stonato in un contesto nel quale in tutti i contributi sono emerse le criticità, senza infingimenti, ma anche l’idea, con proposte concrete, che si debba provare a costruire, insieme, un complesso sistema di servizi più forte e vicino ai cittadini e che non esiste un’alternativa alla scelta compiuta nel 2019 di vincere il rigore imposto dal decreto Balduzzi con la scelta coraggiosa di unire due ospedali che si sarebbero indeboliti per farne uno più forte e conservare i servizi. Insieme a questo, la prospettiva che in una provincia articolata e difficile come la nostra la medicina del territorio debba essere protagonista, perfino più degli ospedali. Perché è sul territorio che si curano e si sostengono la maggior parte dei cittadini che hanno bisogno di sanità per malattie croniche o perché più fragili".

"Una sanità che per il Pd non può che essere interamente pubblica. Una visione diversa dalla destra che ritiene che la sanità possa essere in molta parte a pagamento. Fa comunque piacere che Ferrari voglia essere invitato alle iniziative del Partito Democratico, probabilmente l’avvicinarsi delle elezioni del 2024 lo preoccupa e ha ragione. Con la discarica che tra poco riaprirà per fare più cose di quelle che faceva quando a governare c’erano quelli da cacciare; la nave rigassificatore che tra poco arriverà in porto sostenuta dal governo Meloni; con il Pnrr perso; con i temi del lavoro rimasti totalmente in un angolo così come quelli della sanità", ha concluso De Rosas.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
"Ha lavorato bene soprattutto sui temi dello sviluppo economico della città, temi che ci stanno particolarmente a cuore"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport