Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:21 METEO:PIOMBINO19°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La finlandese Sanna Marin: «La via d'uscita dalla guerra? È una sola»

Attualità martedì 22 ottobre 2019 ore 07:30

“Ecco perché si è scelto un ospedale unico”

Cgil, Cisl e Uil sostengono il percorso per l’ospedale unico Piombino-Cecina con l’obiettivo della massima tutela possibile del diritto alla salute



PIOMBINO — Cgil, Cisl e Uil di Livorno vogliono ricordare perché si è scelto di creare un ospedale unico Cecina-Piombino e che cosa comporterebbe avere due ospedali distinti. “Il decreto Balduzzi (dm 70/2015) effettua, con norma cogente su tutto il territorio nazionale, una classificazione dei presidi ospedalieri sulla base del numero di abitanti del relativo bacino di utenza. - hanno spiegato in una nota - Se avessimo optato per due ospedali, a Cecina e Piombino, avremmo avuto due presidi di base, il livello più basso. Sono strutture dotate di Pronto Soccorso e di un numero limitato di specialità ad ampia diffusione territoriale (Medicina interna, Chirurgia generale, Ortopedia, Anestesia, Radiologia, Laboratorio, Emoteca). Optando per un unico ospedale Cecina-Piombino, - proseguono - abbiamo potuto ottenere un presidio di I livello, che aggiunge alle specialità presenti nei presidi di base le seguenti: Ostetricia e ginecologia, Pediatria, Cardiologia con Unità di Terapia Intensiva Cardiologica (U.T.I.C.), Neurologia, Psichiatria, Oncologia, Oculistica, Otorinolaringoiatria, Urologia, Tomografia assiale computerizzata (T.A.C.), Ecografia, Servizio immunotrasfusionale. Ecco perché si è scelto un ospedale unico Cecina-Piombino: per garantire alla popolazione delle Valli Etrusche la massima tutela possibile del diritto alla salute”.

“Cgil, Cisl e Uil di Livorno continueranno a partecipare al processo di programmazione socio-sanitaria locale, secondo il dettato della legge regionale (art. 15 legge regionale toscana 40/2005), a tutela e in rappresentanza dei loro iscritti e della popolazione tutta. Far saltare il progetto dell’ospedale unico - hanno concluso - va nella direzione di meno specialistiche, meno posti letto, meno posti di lavoro meno costi meno servizi, diversamente un ospedale unico incrementa servizi, posti letto e di lavoro, qualità della vita”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza ha posto la lente sulle attività di tutta la provincia dall’Elba a Livorno, passando per Piombino, Castiglioncello e Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Cultura

RIGASSIFICATORE