QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°13° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 05 dicembre 2019

Attualità sabato 26 ottobre 2019 ore 16:00

Emergenza abitativa, l'impegno del Comune

Carla Bezzini

Il Comune di Piombino ha messo in campo una serie di provvedimenti per garantire a tutti il diritto ad una casa. Stanziati 258mila euro nel 2019



PIOMBINO — Contributi alla locazione, contenimento degli sfratti per morosità incolpevole, accoglienza temporanea e occasionale per persone e nuclei in situazione di emergenza abitativa.

Il Comune di Piombino, con una nota fa sapere che in questi giorni ha stanziato altre risorse per sostenere i propri cittadini in difficoltà nel mantenimento dell’alloggio; risorse che vanno ad aggiungersi a quelle già impegnate nel primo semestre del 2019.

Complessivamente, le risorse stanziate nel 2019 per questa misura ammontano a 258mila euro, oltre alle risorse regionali per il contributo alla locazione e alle risorse statali per i Comuni ad alta densità abitativa relative al contrasto all'esecutività dello sfratto (220.000 euro stanziati a cavallo tra il 2018 e il 2019).

L’obiettivo è quello di arginare situazioni di emergenza abitativa, che sempre più stanno incidendo nel tessuto sociale della città.

“Si tratta di misure che si inseriscono nel contesto del welfare abitativo e che purtroppo coinvolgono molte famiglie nella nostra città – afferma l’assessore al sociale Carla Bezzini – Cerchiamo in questo modo di limitare il più possibile le situazioni di criticità economica e sociale in cui si sono trovate numerose famiglie, in seguito alla crisi economica ed occupazionale che da anni interessa il nostro territorio. Così come cerchiamo limitare il più possibile situazioni di fragilità che possono accompagnarsi a fenomeni di emarginazione, aiutando le famiglie nel recupero della loro autonomia.”

I canali attraverso i quale l'amministrazione comunale agisce per contrastare le situazioni di difficoltà sono diversi, e vanno dall'accoglienza occasionale presso strutture ricettive del territorio per i casi di vera e propria emergenza, agli aiuti per gli affitti, sotto forma di contributi una-tantum di sostegno alla locazione, contributi mensili per la durata massima di due anni per famiglie con reddito molto limitato o nullo, sostegno per r il recupero di morosità al fine di scongiurare eventuali sfratti, sostegno all'integrazione del canone sulla base dei bandi pubblicati annualmente dal Comune.

“Il Comune è l'istituzione più vicina ai cittadini, quella sulla quale ricade l'obbligo di 'curare' l'impoverimento crescente del nostro stato sociale: azione virtuosa sempre più difficile, in quanto da una parte diminuiscono in modo crescente le risorse centrali e regionali (tagli alla spesa pubblica) dall'altro aumentano in modo esponenziale le richieste di aiuto e di sostegno da parte dei cittadini.– spiega l'assessore Bezzini - Cercheremo di mettere in atto politiche efficaci di sostegno che vadano in parallelo a forme di controllo, in ottemperanza alla normativa vigente”.



Tag

Legittima difesa: cosa cambia con la nuova legge

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Attualità