Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:PIOMBINO24°28°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità lunedì 05 giugno 2023 ore 14:45

Diritti Lgbtqia+, "rammarico scelte maggioranza"

Piombino Rainbow sui diritti dei minori: "Hanno scelto di dare spazio a pregiudizi morali. Questo approccio non rappresenta la nostra comunità"



PIOMBINO — Il gruppo Piombino Rainbow-Arcigay Livorno è intervenuto in merito alla decisione della maggioranza piombinese di respingere una mozione, presentata in Consiglio comunale dai gruppi Partito Democratico e Anna per Piombino, che chiedeva il riconoscimento e la trascrizione anagrafica di entrambi i genitori di figli di coppie omogenitoriali (leggi qui l'articolo collegato).

"Apprendiamo con grande rammarico la decisione delle forze di maggioranza, anche civiche, di respingere una mozione che metteva l’accento sul riconoscimento dei diritti delle bambine e dei bambini delle famiglie arcobaleno, attualmente sotto attacco da parte del governo nazionale. - hanno commentato - L’interesse dei minori di veder riconosciuto e tutelato il proprio nucleo familiare dovrebbe essere prioritario. A Piombino, invece, si è scelto di dare spazio a pregiudizi morali, nonché a un approccio superficiale alla questione della gestazione per altri, che non riguardava direttamente la mozione, che nulla hanno a che vedere con i diritti dei minori. La maggioranza si è allineata alla posizione del governo di Giorgia Meloni, che non considera le famiglie arcobaleno come le altre e ha stabilito, quindi, che non meritano la tutela e il riconoscimento dello Stato".

"Riteniamo, inoltre, poco comprensibile la scelta della maggioranza di non aver concesso il patrocinio gratuito al Toscana Pride, sostenendo la motivazione che si svolge a Firenze e non nel territorio comunale. - hanno proseguito - È per noi evidente che questo tipo di adesione ha un valore di sostegno ideale alla comune lotta alla discriminazione, che non si riduce ai confini di un comune o di una regione".

"Come gruppo che lavora in questo territorio da anni, e avverte intorno al proprio lavoro il sostegno di centinaia di cittadine e cittadini piombinesi, ci sentiamo di affermare che questo approccio non rappresenta la nostra comunità. - hanno evidenziato - Una comunità aperta, accogliente, sempre in prima linea in difesa i diritti di tuttə, a sostegno della diversità come elemento di arricchimento comune. Attraverso le nostre iniziative ci batteremo sempre contro le discriminazioni e in difesa delle famiglie arcobaleno, che saranno accanto a noi il 1 Luglio al Rivellino Pride Party 2023, per la terza edizione di questo appuntamento di musica e sensibilizzazione sui temi dei diritti delle persone LGBTQIA+ e della lotta contro l'omolesbobitransfobia".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno