Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:PIOMBINO24°28°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Politica giovedì 01 giugno 2023 ore 20:35

"Mancata occasione di battersi per i diritti Lgbt"

Bocciata la mozione di Pd e Anna per Piombino per il riconoscimento di entrambi i genitori di bambini figli di coppie omogenitoriali



PIOMBINO — “È un peccato che durante la seduta di ieri del Consiglio comunale di Piombino i consiglieri e le consigliere di maggioranza non abbiano colto una grande occasione per dimostrare che la città vuole battersi per i diritti di tuttə".

Così i gruppi Pd e Anna per Piombino hanno commentato il no alla mozione che chiedeva il riconoscimento e la trascrizione anagrafica di entrambi i genitori di bambini e bambine figliə di coppie omogenitoriali.

"È assolutamente necessario che il Parlamento Italiano approvi una legge che tuteli tutti quei bambini e tutte quelle bambine che sono attualmente discriminati davanti alla legge. - hanno commentato - Ci sono sentenze della Corte Costituzionale e richiami da parte dell’Unione Europea che invitano l’Italia a colmare questo vuoto normativo che ricade esclusivamente sulla vita dei bambini e delle bambine. È stata ovviamente respinta. Ciò che dispiace di più sono le motivazioni che hanno portato la maggioranza a non votare questa mozione, da una parte c’è chi si è nascosto dietro cavilli che potevano essere modificati semplicemente con emendamenti, dall’altra c’è chi ha chiaramente detto che certe famiglie non sono famiglie come le altre e per questo meritano di non essere riconosciute".

"Abbiamo anche chiesto all’amministrazione comunale di concedere il patrocinio al Toscana Pride che si terrà a Firenze, una manifestazione che vede protagoniste tutte le associazioni regionali che difendono i diritti della comunità LGBTQIA+ e gran parte dei comuni toscani. Sarebbe stato un bel segnale da lanciare alla vigilia del Pride Month 2023. - hanno aggiunto - Si è preferito rigettare questa proposta sostenendo la teoria secondo cui il Toscana Pride, svolgendosi per quest’anno a Firenze, è troppo lontano da Piombino e perciò non avrebbe senso concedere il patrocinio. Tutto ciò è avvenuto nella totale indifferenza delle componenti civiche di questa maggioranza che erano presenti in aula ma hanno votato contro e, forse sarà il caso, di fronte all’assenza in aula durante la discussione di entrambe le mozioni dell’assessore competente e della presidente della Commissione Pari Opportunità. Il loro silenzio, al pari della loro assenza, fa troppo rumore: è inaccettabile lasciar passare il messaggio che certe persone meritano meno diritti di altre, è necessaria una presa di posizione chiara e decisa".

"Anche a Piombino siamo di fronte alla peggior destra che il nostro paese abbia mai visto, una destra che fa finta che alcune persone non esistano, persone gay, lesbiche, trans, queer, persone che fanno parte di questo paese e che meritano di essere trattate con gli stessi diritti di tutte le altre. - hanno sottolineato i due gruppi consigliari - Prima o poi verrà il tempo in cui anche l’attuale classe dirigente farà i conti con la realtà, e succederà ciò che è già accaduto con il divorzio, l’aborto, le unioni civili. Ciò che però ci fa continuare a combattere è la convinzione per cui i cittadini italiani e in particolare quelli piombinesi, non stanno dalla parte dell’odio, dell’intolleranza e della paura ma stanno con l’uguaglianza, stanno con i diritti e stanno soprattutto con l’amore".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno