QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°15° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 15 novembre 2019

Politica martedì 11 giugno 2019 ore 09:24

Il post dell'ex sindaco, il Pd fa autocritica

Massimo Giuliani non nasconde l'amarezza del risultato elettorale, al nuovo sindaco l'augurio di buon lavoro. Nel Pd si apre un periodo di riflessione



PIOMBINO — "Auguro a Francesco Ferrari, nuovo sindaco di Piombino, buon lavoro nell'interesse di un'intera comunità". Così Massimo Giuliani, l'ex sindaco Pd di Piombino in un post pubblicato su Facebook ha commentato l'inizio della nuova era Ferrari.

"Non nascondo l'amarezza per la sconfitta ma tengo a ringraziare Anna Tempestini per la determinazione e il coraggio che ha speso in questi mesi di campagna elettorale e così anche tutti coloro che si sono impegnati insieme a lei. - ha proseguito - Inizia un'altra consiliatura, che vedrà il nostro territorio guidato per la prima volta nella sua storia da una maggioranza di destra, a trazione leghista e con un primo cittadino iscritto a Fratelli d'Italia. La vittoria è stata schiacciante e dovrà porre in atto una seria riflessione sugli errori dell'amministrazione e del partito, da cui certo non mi sottraggo, che sono tra gli elementi che hanno di certo favorito questo risultato".

Insomma, dopo le parole della segretaria dell'Unione comunale Pd Bruna Geri, è condivisa la necessità di fare "una autocritica che non sia una sterile operazione di facciata, - ha spiegato Giuliani - ma che ci porti all'interno di una riflessione profonda dove sia possibile rimettere in discussione linee e persone. Un partito che sia capace di chiudere la fase delle lotte interne, e riaprire un confronto anche aspro che abbia come esito quello di ricostruire una comunità politica e riprendere contatto con l'elettorato che lo ha abbandonato ormai da molto tempo. Non si tratta certo di esaurire con un post quello che è accaduto a queste amministrative; saranno altri i luoghi dove affrontare e approfondire questi anni per capire, lo spero, da dove ripartire e come farlo".

"Mi auguro che da oggi termini anche un'eccessiva propaganda. Piombino non é Berlino e da molto tempo è stata liberata, con la lotta partigiana e i successivi accadimenti che ci hanno portato a vivere e crescere in una Repubblica, dove si è eletti democraticamente, anche nei comuni, grazie al suffragio universale, e non grazie ai plebisciti di mussoliniana memoria. - e ha concluso - A chi ha vinto, al sindaco Ferrari, spetta l'onore e l'onere di governare e a chi sta alle forze di opposizione, di cui facciamo parte, la necessità di vigilare sull'operato del governo della città e la capacità di portare idee e proposte e di prepararsi per essere pronta di nuovo a governare nel futuro".

Intanto il segretario della Federazione Pd Val di Cornia Elba Massimiliano Roventini ha convocato la segreteria per avviare una seria discussione interna al Partito Democratico, pur non intravedendo sue responsabilità nel risultato avuto a Piombino. Da una recente dichiarazione affidata al quotidiano Il Tirreno, Anna Tempestini ha espresso la volontà di entrare a far parte del Partito Democratico per partecipare dall'interno al percorso che lo attende.

"Il ballottaggio di ieri non lascia incertezze interpretative", ha commentato l'ex assessora all'Urbanistica Carla Maestrini sempre in un post su Facebook invitando a "una reazione, necessariamente, all'altezza della sconfitta".



Tag

Il Vesuvio dall'alto, bellezza e vergogna: 30mila abusi edilizi nel parco nazionale

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità