comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO9°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Calenda telefona in diretta, Mastella si alza e se ne va: lo scontro in diretta da Lucia Annunziata

Attualità giovedì 14 gennaio 2021 ore 15:59

Settore in crisi, flash mob dei ristoratori

Il centro storico di Piombino

Nessuna apertura forzata ma una protesta per accendere i riflettori sulle difficoltà del settore. L'amministrazione comunale al loro fianco



PIOMBINO — “Saremo al fianco dei ristoratori come abbiamo fatto, e continueremo a fare, per tutte le categorie che da mesi subiscono le conseguenze economiche generate dalla pandemia”. Con queste parole il sindaco Francesco Ferrari e l'assessora alle Attività produttive Sabrina Nigro hanno annunciato la partecipazione al flash mob organizzato dai ristoratori della città sulla scia della protesta nazionale. Ma niente aperture forzate.

“Non si può più parlare di emergenza in riferimento alla pandemia: ormai sono dieci mesi che tutti noi dobbiamo convivere con il virus; in questo arco temporale il Governo poteva e doveva trovare soluzioni in grado di conciliare le necessità sanitarie con quelle economiche. - hanno aggiunto - Tra le attività ormai al collasso ci sono certamente quelle del settore della ristorazione, ma ci sono anche tante altre categorie, di cui si è sentito parlare meno, che sono state colpite allo stesso modo. Basti pensare, ad esempio, alle agenzie di viaggi che pochi giorni fa hanno organizzato una manifestazione a Roma. I ristoratori piombinesi hanno invece deciso di organizzare un’iniziativa simbolica senza violare le disposizioni nazionali. Nessuna apertura forzata, quindi, come in altre città del Paese".

"Comprendiamo e condividiamo senza dubbi la necessità di adottare misure in grado di garantire il distanziamento e la sicurezza di operatori e utenti ma, se veramente vogliamo che le attività sopravvivano e che i relativi titolari e dipendenti continuino ad avere un lavoro, il Governo dovrà trovare velocemente soluzioni più adeguate alle necessità di tutti i settori, incluso quello della ristorazione. - hanno commentato - Purtroppo, il coronavirus non accenna ad arretrare ma non possiamo pensare di mantenere ancora a lungo le misure limitative adottare sinora per tante attività, a cui di contro non sono arrivati adeguati aiuti economici. Quindi, domani sera, saremo al fianco dei ristoratori per portare la solidarietà del Comune, ascoltare le loro proposte e farci portavoce delle istanze della categoria insieme a quelle dell’Amministrazione”.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

L'EDITORIALE

Attualità

Attualità

Attualità