QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°25° 
Domani 14°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 20 giugno 2019

Attualità sabato 09 febbraio 2019 ore 14:44

"Un attacco senza fine al territorio"

La Federazione dei comitati in difesa del territorio fa scudo in Val di Cornia ricordando come il paesaggio sia la risorsa fondamentale del territorio



PIOMBINO — Levata di scudi della Federazione dei Comitati in difesa del territorio alla notizia dell'ipotesi di un parco fotovoltaico in località Bocca di Cornia.

"Un consumo di suolo e un impatto paesaggistico enorme, dopo lo scempio delle sei pale eoliche alte 180 metri al Quagliodromo proprio a ridosso della spiaggia. - hanno esordito in una nota - Impianti industriali che si aggiungono a quell’insieme di scelte, dalla costruzione di una nuova enorme discarica di rifiuti speciali a Ischia di Crociano all’impianto Wecologist, piattaforma di stoccaggio e smaltimento di rifiuti speciali e pericolosi, ad altri impianti in progetto per il riciclo dei rifiuti per cui Piombino è ormai comunemente appellata la città dei rifiuti”.

La lente della Federazione dei Comitati in difesa del territorio non si ferma a Piombino. "Il progetto di un distretto delle attività estrattive tra San Vincenzo e Campiglia, il potenziamento della centrale elettrica Terna a Suvereto, la costruzione di nuovi capannoni a Venturina sono tutte scelte che prefigurano una strategia di attacco al territorio senza precedenti, che mina le possibilità di rinascita rurale e turistica dell’intera Val di Cornia". 

"Siamo solidali con la Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) che ha preso coraggiosamente posizione contro il parco fotovoltaico e contro la centrale Terna di Suvereto che arrecherebbero danno all’agricoltura. - hanno aggiunto - Il paesaggio è la risorsa fondamentale di un territorio come la Val di Cornia, quella che gli conferisce bellezza e che dà lavoro nel turismo, che valorizza le produzioni agricole, che valorizza l’immagine e favorisce l’attrattività. Invece le politiche regionali e locali continuano a deturparlo, a ridurre la risorsa in modo irreversibile". 

La federazione dei comitati attivi in Val di Cornia per la difesa del territorio è composta dal Comitato Salute Pubblica, il Comitato per Campiglia e il Comitato No Sacoi 3 Suvereto.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Lavoro

Attualità

Attualità