Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:PIOMBINO20°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Maneskin, Victoria De Angelis dj (in bikini) nella stanza d'albergo

Politica venerdì 15 marzo 2024 ore 14:48

"Giardini e parchi abbandonati senza manutenzione"

Dalla lista civica Progetto Piombino la lente sulla gestione dei giardini comunali e dei parchi cittadini. La denuncia di Bibbiani



PIOMBINO — “In questi ultimi anni ho inviato numerose segnalazioni all’amministrazione comunale riguardanti lo stato di vetustà ed abbandono dei giardini pubblici: aree gioco, illuminazione, arredi, servizi igienici. Tutte segnalazioni fatte, in tempi non sospetti, corredate di relazioni fotografiche e suggerimenti: piazza Silvestro Lega a Salivoli, via Ponza a Montemazzano, parco 8 Marzo, il campino di Via De Sanctis e molte altre”, così Riccardo Bibbiani della lista civica Progetto Piombino ha posto l'attenzione sulle condizioni in cui versano i parchi e le aree verdi cittadine.

“A fronte però di alcuni piccoli interventi effettuati, in particolare sulle aree giochi, il problema principale riguarda la completa mancanza di gestione del servizio di apertura e chiusura dei principali giardini pubblici urbani, abbandonati alle scorribande dei vandali o addirittura tenuti chiusi dall’amministrazione comunale. - ha spiegato - L’ultima assegnazione alla ditta Global Services Srls, determina nr. 154 del 2022, dei servizi di apertura e chiusura dei giardini comunali di piazza Costituzione, Orto dei Frati e via dell’Arsenale è scaduta a febbraio 2023 e, da un anno, i tre giardini sono senza un servizio di gestione. Questo ha comportato una serie di atti vandalici, in particolare ai bagni di piazza Costituzione e all’Orto dei Frati, che li hanno resi inutilizzabili e costretto l’amministrazione a spese extra per la riparazione". 

"La sorte dei giardini di via Buozzi, inaugurati dall’amministrazione per ben due volte prima a Giugno 2022 poi a Novembre 2023, ha invece del paradossale: - ha proseguito - inizialmente il giardino era stato adottato da un’associazione di volontari che si era occupata del recupero e valorizzazione dell’area pubblica, dopo poco tempo però l’associazione non aveva più potuto occuparsi della gestione dei giardini ed al momento il servizio di apertura e chiusura del cancello viene effettuato in maniera totalmente volontaria da una consigliera comunale di maggioranza. Pur elogiando la buona volontà della persona, viene da domandarsi quale convenzione sia stata stipulata e se, in caso di vittoria alle amministrative di un’altra forza politica, la consigliera proseguirà la sua azione volontaria di apertura e chiusura giardini o no. Niente invece è dato sapere circa la riapertura di due tra i più rappresentativi giardini del centro città: Asilo Pro Patria e Giardino delle Tartarughe. Il Giardino delle Tartarughe, che dovrebbe essere in gestione al CB Mari e Monti ma risulta spesso chiuso e inaccessibile, era stato persino oggetto di un intervento di riqualificazione a cura del Consiglio dei Bambini e delle Bambine della Città di Piombino che l’avevano individuato tra i più significativi della città.” 

“Quello che ho riscontrato - ha concluso Bibbiani - è la totale assenza di strategia e pianificazione persino per la gestione di un semplice servizio di apertura giardini. Tale mancanza di strategia si riscontra anche negli interventi sul verde pubblico: in questi anni le potature ed il taglio del verde sono stati effettuati con sempre maggiore ritardo e con interventi a macchia di leopardo stimolati dalle segnalazioni dei cittadini. L’impressione è di una città sempre meno curata dal punto di vista del decoro pubblico, in cui gli interventi di manutenzione ordinaria più semplici vengono fatti passare per straordinari: sostituire uno scivolo o un’altalena è, sicuramente, più semplice che recuperare e ristrutturare i servizi igienici o realizzare dei campi sportivi polivalenti piuttosto che aree fitness all’aperto. Progetto Piombino ha le idee chiare sulla gestione di giardini e parchi comunali e, se da un lato tra le prime azioni da svolgere c’è il ripristino di un livello di gestione base che consenta la fruizione degli spazi verdi a tutta la cittadinanza, dall’altro intendiamo concentrarci su un programma di riqualificazione di tutte le aree verdi comunali, frazioni comprese, assegnandone il controllo e la manutenzione ai quartieri", ha concluso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La nuova campagna di indagini archeologiche, con archeologi di Siena e Oxford, interessa l'area dell'acropoli di Populonia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Erica Fiumalbi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Attualità

Attualità