QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°20° 
Domani 17°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 20 ottobre 2019

Attualità venerdì 21 ottobre 2016 ore 18:21

Per il 2017 il progetto di rimozione dei cumuli

Marco Chiarei, assessore all'Ambiente di Piombino

A Roma un incontro cruciale per la rimozione dei cumuli e la messa in sicurezza. Per l'inizio del 2017 si spera in una proposta operativa



PIOMBINO — Si è riunito giovedì a Roma, presso il ministero dello Sviluppo Economico, il comitato esecutivo relativo all'Accordo di programma del 2014. L'incontro, presieduto da Gianfranco Simoncini consigliere del presidente Enrico Rossi, ha visto la partecipazione del sottosegretario all'ambiente Silvia Velo, dei rappresentanti di Invitalia, del Mise e dell'assessore all'ambiente del Comune di Piombino Marco Chiarei.

L'incontro, come riferito dall'assessore Chiarei, è servito a dare il via a due progetti importanti legati alle bonifiche delle aree pubbliche all'interno dell'area industriale. "Il primo passo importante - ha detto - è stato la presa d'atto ufficiale del progetto di messa in sicurezza presentato da Invitalia sulle aree di loro competenza, alla luce degli adeguamenti necessari in relazione al piano Aferpi rispetto al vecchio studio di fattibilità. C'è stata quindi da parte di tutti i soggetti una presa d'atto ufficiale delle indagini integrative che consentirà a Invitalia di avviare le gare per la progettazione della messa in sicurezza all'inizio del 2017". Per questo sono a disposizione 50milioni.

Si è arrivato a un risultato anche per quanto riguarda la rimozione dei cumuli. “Dopo l'estenuante lavoro fatto a più mani – ha affermato Chiarei – che ha visto il coinvolgimento di Comune, Regione, Rimateria e Invitalia, il comitato esecutivo ha affidato ufficialmente l'incarico a Invitalia per avviare una valutazione dei cumuli e per elaborare delle proposte operative su possibili interventi di recupero e smaltimento". Una volta presentate le proposte, sarà possibile capire l'entità delle risorse da impiegare per gli interventi, che il ministero dell'Ambiente si è impegnato a stanziare.

La questione sembra si stia districando, anche se rimane una questione molto complessa, non solo dal punto di vista ambientale, come sottolineato dallo stesso Chiarei, ma anche dal punto di vista giuridico. L'auspicio è una proposta operativa da Invitalia per l'inizio del 2017.



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità