Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:04 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 21 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Russia, le immagini delle nuove esercitazioni militari con i missili Kalibr

Attualità giovedì 02 dicembre 2021 ore 18:00

"Inserire la discarica ex-Asiu nel Sin"

Foto di archivio

Gli attivisti de La Piazza Val di Cornia suggeriscono alle forze politiche un ordine del giorno. Al centro le questioni legate a discarica e Sin



PIOMBINO — Gli attivisti de La Piazza Val di Cornia, Mario Gottini, Ugo Preziosi e Renzo Carletti, tornano a porre l'accento sulle questioni ambientali legate al territorio di Piombino, soprattutto quelli relativi alla discarica e alle bonifiche. Questa volta intendono coinvolgere direttamente le forze politiche locali, suggerendo un ordine del giorno da presentare in Consiglio comunale. 

"Vogliamo proporre a tutte le forze politiche dei Comuni del nostro comprensorio un ordine del giorno che ovviamente noi non possiamo portare in Consiglio ma di cui loro si potranno fare portavoce se la condividono. - hanno spiegato - Ciò con l'intento di dare una risposta urgente su discarica e bonifiche".

Il documento presentato da La Piazza Val di Cornia si focalizza su due punti determinanti. In primo luogo si chiede che la discarica ex-Asiu sia inserita al pari delle altre e della LI53aR all'interno del Sin. Inoltre, si chiede che l'intera area discariche e la LI53aR, gestite precedentemente da Rimateria ed oggi dal curatore fallimentare, siano inserite all'interno della trincea drenante e del marginamento fisico lungo il fosso Cornia Vecchia per la messa in sicurezza della falda superficiale mediante una piccola modifica (che non incide in alcun modo sul progetto generale) al percorso del tracciato della stessa trincea drenante e del marginamento fisico lungo il Fosso Cornia Vecchia per la messa in sicurezza operativa della falda superficiale del Sin di Piombino.

"Crediamo che su questi punti possa esserci convergenza delle varie forze politiche. - hanno sottolineato gli attivisti - Noi abbiamo fatto approfondimenti, anche alla luce delle relazioni Arpat. Quello che stiamo proponendo è un atto di indirizzo politico per impegnare l'amministrazione per fare le dovute pressione da portare nelle opportune sedi che non sono solo quelle locali". 

Ora, dunque, la parola passa ai gruppi locali che potranno accogliere o meno questa proposta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L’avviso sulla pagina social del Comune che ha informato la cittadinanza della chiusura di alcuni uffici fino a data da definire
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità