Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:50 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 28 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elisabetta Belloni e il suo pensiero su donne e carriera diplomatica

Politica sabato 19 dicembre 2015 ore 16:45

Le proposte del Pd per lo sviluppo del territorio

Il Pd presenta il risultato dei tavoli di #adessoilfuturo. Valerio Fabiani: "Bisogna aprire una nuova stagione di ripianificazione"



PIOMBINO — Dopo circa due mesi di lavori sono stati presentati i documenti partecipati dei tavoli istituiti dal Partito Democratico targati #adessoilfuturo. Centinaia le persone coinvolte in questo percorso che ha seguito due linee guida per l’elaborazione dei programmi del partito: il modello di sviluppo e il servizio socio-sanitario.

Due punti che hanno aperto scenari da approfondire, soprattutto in un contesto territoriale e sociale caratterizzato da profondo cambiamento. Per scrivere una pagina nuova, allora, il segretario della Federazione Pd Val di Cornia Elba Valerio Fabiani ha illustrato i punti cardine affrontati dei singoli documenti. E ha fornito le parole chiave per il rilancio del territorio: ambiente e territorio, questione Aferpi, infrastrutture, agricoltura, turismo e parchi, sanità e sociale.

“Questo grande cambiamento deve essere governato e per governare questo cambiamento bisogna essere disponibili ad abbandonare certezze e luoghi comuni. - ha sintetizzato il segretario Fabiani - Per cogliere queste sfide bisogna aprire una nuova stagione di ripianificazione”.

La tutela dell’ambiente può considerarsi il filo rosso della presentazione di sabato 19 dicembre. Di fronte agli evidenti ritardi della questione Aferpi, è emersa la necessità di recuperare il tempo perso e il Pd non concorrerà a rallentare l’attuazione del piano industriale, ormai palla al piede dell’azienda. Per quanto riguarda le infrastrutture, indiscussa l’importanza della 398, ma è risultato altrettanto fondamentale rafforzare i trasporti ferroviari e completare quelli legati al porto. Sotto l’egida della diversificazione, per il Pd la Val di Cornia può puntare sull’agricoltura oltre che sul turismo. Per quest’ultimo, non servono colate di cemento per incentivarlo, piuttosto i democratici preferiscono tutelare le risorse e concertare un serio programma di promozione e accoglienza.

Affinché questi indirizzi politici trovino una concreta attuazione, i sindaci Pd della Val di Cornia dovranno fare la loro nelle rispettive sedi amministrative. Il sindaco Massimo Giuliani interviene, allora, sul caso piombinese. “Bisogna avere una visione, applicare un’innovazione strutturale senza ricorrere ad alcun palliativo, ascoltando le imprese e fare un’analisi completa. – spiega Giuliani – Per un nuovo modello di sviluppo serve un obiettivo, ovvero lavoro, sviluppo e ambiente. Per perseguirli bisogna scegliere delle modalità e un driver; - e puntualizza – la modalità è la diversificazione e il driver è la sostenibilità”.

Insomma, le idee ci sono. Ora bisogna stabile come declinarle. E proprio nel campo dell’urbanistica si dovrà fare qualcosa velocemente per dare risposte e strumenti; per esempio, varianti al piano urbanistico e semplificazioni delle procedure.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In Toscana i nuovi casi registrati sono 10.535 su 65.769 test. Ecco la mappa dei contagi tra Bassa Val di Cecina e Val di Cornia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità