Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:PIOMBINO24°26°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità domenica 07 luglio 2024 ore 07:00

Luigi Bernardini, pasticciere innamorato di Piombino

Luigi Bernardini

Nel blog #TuttoPiombino Gordiano Lupi ricorda Luigi Bernardini, recentemente scomparso, e il suo amore per Piombino



. — Luigi Bernardini ci lascia a 79 anni non ancora compiuti, così la memoria torna a quando gestiva il Bar Cristallo e noi ragazzi passavamo le giornate in corso Italia, accanto al suo locale, per parlare di calcio, non solo di serie nazionali, soprattutto del Piombino, ché al Bar Cristallo ogni domenica c’era la classifica con tutti i risultati del campionato di Promozione appesa sulla parete esterna.

Non solo, era dal Bar Cristallo che spesso partivano le trasferte dei giovani tifosi d’una baldanzosa squadra nerazzurra, spesso promossa in serie D negli anni Settanta e Ottanta, in ogni caso capace di portare allo stadio almeno un migliaio di spettatori. Luigi, detto Gigi, era un’artista della pasticceria e della pittura; dopo il Bar Cristallo (gestito insieme al socio Gianfranco Geri dal 1965), passò al Magic Moment, dove per anni l’abbiamo visto impegnato in laboratorio a preparare dolci, anche se quando poteva scappava nel suo rifugio per dipingere e curare una vecchia Harley Davidson. 

Due famiglie piombinesi - Geri e Bernardini - per anni capaci di stare davanti a un bancone a servire clienti sfoggiando sempre un sorriso sulle labbra, tradizione che continua con la famiglia Gherardini ancora al pezzo del Magic Moment.

Negli ultimi tempi Luigi aveva aperto (con la moglie Luigina Santucci) una pasticceria a Salivoli - Le Delizie di Nonno Gigi - che tra l’altro produceva delle bocche di leone buonissime, fatte come tradizione comanda, con meringa e alchermes, non con panna e ciliegina candita decorativa. 

Il locale aveva chiuso i battenti quando la salute non aveva più permesso a Luigi di continuare a lavorare, ma per anni la pasticceria è stata anche un atelier di pittura, sia durante l’orario di apertura che nei vari Salivoli di Sera ai quali partecipava con passione. 

Ricordo ancora una giornata di molti anni fa, io studente universitario, lui di quindici anni più grande, che mi portò a vedere molti lavori artistici che custodiva in un garage dove andava a coltivare la sua passione.

Dipinto di Luigi Bernardini (proprietà di Gordiano Lupi)

Conservo nella parete della mia sala un dipinto estemporaneo di Piombino, un panorama tratteggiato a pennellate di tempera, come tanti di quelli che era solito fare per immortalare il suo amore per Piombino, gli scorci più suggestivi, le pinete, il mare e le barche attraccate al Porticciolo. 

Adesso che se n’è andato, siamo tutti un poco più soli, restano la moglie Luigina, la figlia Cristina, le nipoti Carlotta e Cecilia.

Il suo lavoro artistico mancherà molto a una città che ha così bisogno di persone come Nonno Gigi, capaci di parlare d’amore con mezzi espressivi intrisi di poesia. 

Gordiano Lupi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno