comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 24°27° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 04 luglio 2020
corriere tv
Nuovo scivolone di Gallera: «Se avesse avuto anche solo il 37,5 per cento di febbre»

Lavoro venerdì 19 gennaio 2018 ore 09:29

Magona, con Arvedi incognita verniciatura

Da discutere i dettagli dell'accordo sull'acquisizione da Parte di Arvedi, ma è già incognita su 60 dipendenti del settore



PIOMBINO — Previsto per la prossima settima il primo incontro tra Arcelor Mittal, Arvedi e rsu Magona per portare avanti le procedure finalizzate alla cessione dello stabilimento di Piombino. Cessione dettata a seguito dell'acquisizione di Arcelor Mittal dell'Ilva di Taranto (leggi qui sotto gli articoli correlati).

Questa mossa, che potrebbe concretizzarsi già a metà del 2018 prevede alcuni cambiamenti per la fabbrica piombinese. 

Da un lato c'è Arvedi che acquisirà il ramo d'azienda relativo a decapaggio e laminazione, le linee di zincatura a caldo e la verniciatura 1. Settori che richiederanno l'impiego di 416 dipendenti. Mittal, invece, secondo gli accordi manterrebbe la verniciatura 2 per i 12 mesi successivi all'accordo a Piombino per poi trasferire tutto forse a Genova. 

Trasferimento che coinvolgerà 60 dipendenti, di cui 13 impiegati e 47 operai, e che desta molta preoccupazione non solo per le sorti dei lavoratori ma per la nuova assetto che assumerà la fabbrica. L'azienda si è detta disponibile a discutere delle soluzioni; certamente tali aspetti saranno portati al tavolo della riunione che le organizzazioni sindacali hanno fissato per lunedì.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cultura

Attualità

Attualità