QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°15° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 15 novembre 2019

Attualità venerdì 23 novembre 2018 ore 17:53

Maltempo: si riparte dalla costa, tutti gli step

Il mare ha divorato 34 chilometri di costa. Rossi ha incontrato i Comuni, pronti a un piano di intervento serrato per avviare le opere di ripristino



PIOMBINO — Sopralluogo e incontro a Piombino del presidente della Regione Toscana nelle vesti di commissario straordinario per l'emergenza maltempo che ha colpito la costa dal 28 al 30 Ottobre scorso. 

A quasi un mese da quegli eventi atmosferici straordinari che hanno divorato 34 chilometri dei 240 complessivi del litorale toscano, è stato possibile fare il punto assieme ai rappresentanti dei Comuni che a stretto giro dovranno presentare la conta dei danni e stanziare delle risorse per rimpinguare i fondi destinati agli interventi di ripascimento.

in pratica quasi il 14 per cento della costa sabbiosa necessità di interventi.In particolare sono 3.5 km su Massa (circa il 24 per cento), 17 km in provincia di Livorno (pari al 20 per cento del totale), di cui 6 km all'Elba (pari al 18 per cento riferito al totale dell'isola) e 13.5 km in provincia di Grosseto (pari al 15 per cento). Oltre tale conteggio, vanno considerati poco meno di 2 km delle scogliere danneggiate a Marina di Pisa.

Si parlerebbe, infatti, di circa 16,5 milioni di euro necessari a questo tipo di intervento, di cui 5 milioni già stanziati dalla Regione per i primi interventi di ripristino e garantire il recupero economico della costa.

"Il Governo ha riconosciuto lo Stato di emergenza nazionale stanziando un altro milione e mezzo e nominandomi Commissario per i lavori", ha spiegato Rossi commentando l'incontro a Piombino servito a stabilire insieme ai sindaci le linee da seguire. "La priorità assoluta è proprio quella del ripristino delle spiagge in vista della prossima stagione estiva. - ha sottolineato - Abbiamo stimato, anche insieme al Genio civile, che per completare la risistemazione servano altrettante risorse e presto stabiliremo le nuove priorità". La stessa assessora all'Ambiente Federica Fratoni ha confermato che sarà stilato un piano di intervento sulla base delle priorità riscontrate dagli studi, che va ad aggiungersi agli interventi di ripascimento già calendandarizzati.

L'obiettivo sarebbe quello di riuscire a far piantare gli ombrelloni a Giugno. Intanto sono state assegnati 300mila euro per studi approfonditi che porteranno entro Dicembre a una mappatura della situazione costa, compreso quanta sabbia è stata persa e dove è andata a depositarsi. Oltre al fronte di intervento sul pubblico, parallelamente si dovranno valutare misure a sostegno degli imprenditori che hanno subito danni e devono procedere alla ripristino delle loro strutture. 

A sostegno degli imprenditori arriva il microcredito che stanzia 20mila euro alle imprese per piccoli interventi prima dell'estate. Di questo e di altre misure, tra cui anche la possibile proroga delle concessioni e l'alleggerimento della burocrazia, si parlerà in un incontro specifico fissato in Regione per il 4 Dicembre tra il rappresentante dei balneari Fabrizio Lotti, l'assessore regionale Stefano Ciuoffo e il consigliere regionale Gianni Anselmi, quest'ultimo presente all'incontro piombinese. 

Entro il 10 Dicembre un primo piano di interventi per dare risposta in termini economici agli enti pubblici che hanno messo in atto le somme urgenze e i soccorsi. Entro il 20 Dicembre ulteriori eventuali misure necessarie al superamento dell'emergenza. Sono un milione e mezzo i fondi statali per spese di soccorso e somme urgenze.

Ma la conta dei danni e delle risorse necessarie cresce, le somme urgenze attivate sono pari a circa 6 milioni di euro di cui 1 milione riferibile alle attività necessarie per ripristinare il corretto funzionamento delle infrastrutture portuali nazionali e regionali.

Quindi, Governo, Regione e Comuni sono chiamate a fare la loro parte e a lavorare in sinergia per ottimizzare gli interventi. Piombino è pronto a fare la sua e il sindaco Massimo Giuliani ha annunciato una variazione di bilancio che stanzia 1,4 milioni di euro proprio a favore di questa emergenza e la tutela della costa nella speranza che un capitolo di spesa possa essere destinato alla sistemazione e al recupero delle pinete di Costa Est.



Tag

Il Vesuvio dall'alto, bellezza e vergogna: 30mila abusi edilizi nel parco nazionale

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità