Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:05 METEO:PIOMBINO17°29°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 14 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo speciale social di Cook dal Vinitaly

Attualità venerdì 23 febbraio 2024 ore 18:39

Manifestazione di pace, studenti in prima linea

Sabato 24 Febbraio sit-in degli studenti contro "l'indifferenza che sembra avvolgere le tragedie umane"



PIOMBINO — "Noi dell’istituto Carducci Volta Pacinotti denunciamo il silenzio cosciente riguardante i conflitti mondiali in corso", così gli studenti danno appuntamento nel parcheggio di via della pace a Piombino dalle ore 8,15 alle ore 10,15 per dare corpo a una manifestazione di pace. 

"Siamo indignati di fronte all'indifferenza che sembra avvolgere le tragedie umane come se fossero solo notizie di passaggio. - hanno spiegato in una nota - Non possiamo più restare in silenzio mentre, giorno dopo giorno, migliaia di persone vengono uccise, le famiglie sono divise e i sogni sono annientati dall'orrore della guerra. Ci distacchiamo da chi, insensibile, guarda dall'alto delle proprie comodità, ignorando le sofferenze che affliggono milioni di persone in tutto il mondo. Le aule scolastiche non possono essere soltanto luoghi di apprendimento accademico, ma devono diventare luoghi di consapevolezza e azione contro l'ingiustizia e la violenza. È nostro dovere, come giovani cittadine e cittadini del mondo, alzarci e parlare, denunciare e agire per un futuro in cui la pace non sia solo un lontano desiderio, ma una realtà tangibile. Chiediamo agli adulti, ai leader politici e alle istituzioni internazionali di porre fine alle guerre, ai genocidi, di investire nelle soluzioni politiche pacifiche e di mettere fine all'indifferenza che permette a questo ciclo di violenza di perpetuarsi".

All'appello degli studenti si è unito anche il messaggio di un nutrito gruppo di insegnati. "Nonostante la pace sia qualcosa che tutti dicono di volere, il mondo intero sta precipitando verso una tendenza alla guerra come unica possibile soluzione. - si legge in un estratto della loro lettera rivolta agli studenti - Questo non riguarda più una singola regione del pianeta, o qualche stato lontano, ci riguarda tutte e tutti. È una follia globale. Cosa possiamo fare, noi qui, per opporci a questo stato di cose? Purtroppo non abbiamo risposte certe e rassicuranti, probabilmente non ce ne sono, ma possiamo comunque ricercarle insieme, cominciando a riflettere, condividendo dubbi e inquietudini". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno