QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°15° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 08 dicembre 2019

Attualità venerdì 05 luglio 2019 ore 10:54

Serata al cinema degenera, caos durante l'horror

Sono arrivati anche i Carabinieri al cinema Metropolitan di Piombino durante la proiezione di Annabelle 3. "Adolescenti privi di educazione di base"



PIOMBINO — La proiezione del film horror Annabelle 3 degenera nel caos. E' successo al cinema teatro Metropolitana a Piombino durante la proiezione serale del 3 Luglio quando molti spettatori hanno deciso di abbandonare la sala, chiedendo il rimborso del biglietto, a causa di un centinaio di adolescenti troppo rumorosi.

A segnalarlo è lo stesso cinema dal proprio account social che si scusa in prima battuta con gli spettatori. 

"Nonostante l'interruzione della proiezione, per ben due volte, per chiedere di fare silenzio, nonostante averli inviati ad uscire ritirando il rimborso del biglietto qualora non fossero interessati al film, abbiamo dovuto fare intervenire una pattuglia dei Carabinieri per ricordargli quale sia il comportamento da tenere in una sala cinematografica", hanno raccontato. 

Lo staff del Metropolitan ha deciso così di prendere provvedimenti per scongiurare che si possano ripetere episodi simili. 

"Per assistere a tutte le proiezioni in programma di Annabelle 3 i ragazzi/e che non abbiano ancora compiuto 16 anni dovranno essere accompagnati da un adulto: 1 adulto che accompagna e controlla almeno 5 ragazzi/e avrà diritto ad un biglietto omaggio. - si legge sulla pagina social - Questo provvedimento è necessario al fine di garantire il regolare svolgimento delle proiezioni e non vuole colpire o penalizzare gli adolescenti educati, bensì a permettere a loro, come al resto degli spettatori, di vedere un film senza essere disturbati".

Quindi al botteghino carta d'identità alla mano. Non è escluso, hanno aggiunto dallo staff, che questo provvedimento possa essere applicato anche per altre proiezioni.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Calenda in tv: «Quando Renzi era premier, noi ministri lo prendevamo in giro»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Spettacoli

Lavoro