Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:32 METEO:PIOMBINO23°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il patriarca Kirill scivola sull'acqua santa e cade durante la funzione religiosa

Politica sabato 02 giugno 2018 ore 14:22

"Costretti a richiedere la quarta commissione"

I consiglieri fanno ancora squadra per ottenere aggiornamenti sul futuro della fabbrica: "Come se il sindaco parlasse solo a una parte della città"



PIOMBINO — I gruppi di minoranza in Consiglio tornano a fare fronte comune per chiedere la convocazione della IV Commissione. Questa volta però per fare il punto sulle sorti dello stabilimento siderurgico. Ferrari Sindaco, Ascolta Piombino, Rifondazione Comunista, Un’altra Piombino e Movimento 5 Stelle firmano una nota congiunta.

"Era Febbraio 2016 e le minoranze chiedevano un incontro tecnico con esponenti del governo. Sarebbero bastati il commissario Nardi, un funzionario della Regione e uno del Comune di Piombino per avere delucidazioni sul percorso delle dismissioni, proprio sui temi della reindustrializzazione e del reimpiego di mano d’opera nelle opere civili. - hanno detto in una nota - Commissione mai convocata, eppure sarebbe previsto, in base all’art.18 comma 4 del Regolamento delle attività del Consiglio Comunale. Oggi, dopo il susseguirsi delle notizie sulla cessione delle azioni Cevital verso Jindal, della necessità di scrivere un nuovo accordo di programma, per il quale sono già avviate riunioni al Mise, le minoranze si vedono costrette a richiedere ancora una IV commissione". 

Per le opposizioni in questa fase ci sarebbero molti noti da sciogliere a partire dal piano industriale, delle aree demaniali del porto interessate, delle dismissioni e delle bonifiche.

"E’ sconcertante come l’Amministrazione e il Pd locale non ritengano di comunicare certe informazioni ai rappresentanti delle minoranze, come se il sindaco parlasse solo a una parte della città. - hanno aggiunto - A stigmatizzare questo fatto è la totale disapplicazione degli impegni presi nel Settembre 2014, dove il Consiglio comunale approvò all’unanimità la mozione presentata dalla lista civica Ascolta Piombino, con cui s’impegnava l’Amministrazione comunale a considerare la IV Commissione dipartimentale, già composta da tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale, quale osservatorio centrale, costantemente e puntualmente aggiornato sugli sviluppi dell’accordo di programma e sulle proposte che di volta in volta potranno scaturire attraverso un lavoro di concertazione con gli assessorati, le forze politiche, i sindacati, i cittadini".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sindaca Ticciati: “Ferrari rinnega le ragioni della condivisione strappando il nostro passato più bello e il disegno per lo sviluppo futuro”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità