Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:57 METEO:PIOMBINO15°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Casellati contro Santangelo (M5S): «Lei è un grande maleducato, io l'ammonisco

Attualità giovedì 12 agosto 2021 ore 08:35

Dolore per la morte di Egidio Pizzi

Il ricordo di Gelichi: “Un liberale di quelli veri, rari, da lui ho capito che cos'è il concetto di interesse generale. Aveva visione, avanti di anni”



PIOMBINO — Addio a Egidio Pizzi, ex dipendente dell'ufficio urbanistica e poi al demanio in Comune, morto a 73 anni a causa di una malattia.

Lascia la moglie Sandra e la figlia Paola.

Tra i fondatori di Ascolta Piombino, è stato l'anima e la mente dell'ultimo programma elettorale. Proprio Riccardo Gelichi da sempre fianco a fianco in questo percorso politico lo ha voluto ricordare con commozione in un post su Facebook.

“Ricordo ancora noi alle Terre Rosse, quando mi impartivi le prime lezioni di Urbanistica. Io non sapevo nemmeno che cosa fosse. Se esiste una persona che mi ha fortemente contaminato nella vita, nel pensare il mondo e la società, questa persona è stata Egidio Pizzi. Un liberale, di quelli veri, rari, da lui ho capito che cos'è il concetto di interesse generale; un'idea di società non sempre popolare, in un contesto che tende a guardare il suo orto e poco più lontano. Lui aveva visione, era avanti di anni, una testa giovane. Egidio amava tanto la sua città, che avrebbe voluto diversa, rinnovata nel decoro, non più monoindustriale, diversificata e bella. Egidio ispirava e sapeva motivare, mai rigido, aperto ai compromessi, se questi fossero stati finalizzati agli obiettivi dati. Non cercava la ribalta, forse schivo ma molto educato e con il senso dell'opportunità, nei gesti e nelle parole. Se l'intuizione, anche audace ma mai utopica, fosse un'arte, Egidio lo si poteva definire anche un'artista. Abile disegnatore, ironico, innovativo anche in questo caso. Mio padre me lo ha sempre definito un grande altruista, non poteva descriverlo meglio, era un amico, per lui e per me. Ora sento un vuoto, come se mancasse un riferimento da cui spesso cercavo conforto e nuova linfa. Resteranno in me gli insegnamenti di vita civica e politica, gli spunti tecnici, la voglia di guardare oltre l'ostacolo, la speranza di consegnare un mondo migliore ai nostri figli; i più bei ricordi di un grande uomo, che solo ora sento forte il desiderio di abbracciare. Ciao Egidio”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' il prolungamento della strada statale 398 per raggiungere il porto. La durata dei lavori stimata è di circa 4 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità