Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO11°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Politica domenica 18 aprile 2021 ore 14:22

Social housing, critiche a cantiere e progetto

Foto di repertorio

"Questo progetto lo abbiamo ereditato dalla precedente amministrazione e dal 2016 lo abbiamo più volte criticato. Non abbiamo potuto fare niente"



PIOMBINO — Forza Italia-Udc-Civici popolati e liberali, Lista Ferrari sindaco, Lega e Fratelli d'Italia sono intervenuti rispetto al progetto di social housing.

"Le proteste dei genitori degli alunni dell'asilo comunale Il Panda sono inequivocabili. - hanno commentato - Un cantiere a ridosso di un luogo che ospita una struttura pubblica di questo tipo, crea rischi e pericoli ove siano carenti accorgimenti adeguati a tutela dell'incolumità dei bambini e degli operatori. E' responsabilità oggettiva del direttore dei lavori attenersi alle norme in materia ed adottare tutte quelle misure atte a garantire la sicurezza interna ed esterna a quell'area. Hanno fatto bene il sindaco e l'assessore competente ad intervenire pretendendo adeguati e severi controlli". 

"Al di là della questione sollevata, l'ubicazione di edifici di quelle dimensioni in quell'ambito è fuori luogo. - hanno aggiunto - E' stato sacrificato uno spazio all'aria aperta a disposizione di bambini e ragazzi per costruire in modo impattante in una zona già pesantemente affollata sotto il profilo urbanistico. Inoltre, è stato utilizzato lo strumento del social housing, che nasce per riqualificare le periferie delle grandi città e permettere l'acquisto di un alloggio a basso costo alle giovani coppie ed alle famiglie con un Isee fino a 35mila euro. A Piombino un reddito inferiore a 35mila è nella media e comprende anche tante di quelle famiglie che a suo tempo hanno contratto un mutuo prima casa, che oggi si trovano ad avere un appartamento a valore ridotto rispetto al costo d'acquisto per la forte flessione dei prezzi nel mercato immobiliare".

"Questo progetto lo abbiamo ereditato dalla precedente amministrazione e dal 2016 ad oggi lo abbiamo più volte criticato proprio perchè oggettivamente incomprensibile. - hanno proseguito - Si tratta di 3 palazzi di diversi piani estremamente ingombranti che levano luce agli edifici preesistenti ed in particolare all'asilo Panda. Ricordiamo che l'assessore all'istruzione ed alle politiche sociali della passata giunta ne è stato uno dei principali sostenitori. Un tipo di edilizia in stile sovietico anni 70 che oggi in una cittadina di 34mila abitanti sul mare è un pugno nell'occhio. È la riedizione dei quartieri dormitorio di 40 anni fa, quando vi era l'esigenza di dare un alloggio alle tante famiglie che arrivavano da altri territori per motivi di lavoro. La nuova amministrazione, - hanno concluso - nonostante fosse contraria a tale intervento, purtroppo, non ha potuto fare niente in quanto oramai tutto definitivamente blindato sotto il profilo tecnico e normativo". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai casi già noti dalla settimana scorsa, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti altri appartenenti allo stesso focolaio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Lavoro