Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:PIOMBINO11°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 05 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La motovedetta libica fa una manovra violenta e i migranti cadono in acqua

Politica venerdì 08 dicembre 2023 ore 20:31

"Parco eolico che comprometterà il territorio"

Il coordinatore di Progetto Piombino Giuliano Parodi ha evidenziato l'inizio dell'iter per un nuovo parco eolico in Val di Cornia



PIOMBINO — "Sembrava che con l'installazione delle 6 pale eoliche al Quagliodromo si fosse conclusa l'esperienza del parco eolico in Val di Cornia ed invece rientra dalla finestra il progetto di un nuovo grande parco eolico distribuito a macchia di Leopardo nel territorio dei Comuni di Campiglia Marittima e Piombino.Il 6 Novembre infatti - ha chiarito Giuliano Parodi, coordinatore di Progetto Piombino - al Ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica ha preso avvio la procedura di Valutazione di Impatto ambientale del progetto per la realizzazione di un impianto per la produzione di energia (di potenza nominale 57,6 MW) mediante lo sfruttamento del vento nel territorio di Piombino e Campiglia Marittima. Il progetto è presentato dall’azienda San Nicola Energia S.r.l: l’impianto sarà composto da 8 aerogeneratori, pale eoliche, di potenza unitaria fino a 7,2 MW, con altezza al tip della pala pari a 236 m, altezza al mozzo di 150 metri e diametro rotorico di 172 metri".

“Preoccupa il silenzio delle amministrazioni sulla procedura di autorizzazione di questo nuovo parco eolico nel territorio della Val di Cornia, un disegno che assomiglia molto al progetto presentato 10 anni fa dalla WKN, composto inizialmente da ben 17 pale, poi ridotte a 6 e autorizzate sulla sponda del Quagliodromo, e, come allora, quello che salta all’occhio è la distribuzione delle pale eoliche a macchia di leopardo nelle campagne di Piombino e Campiglia. - ha proseguito Parodi - Questo tipo di progetto dovrebbe essere realizzato, non in territorio agricolo, ma solo all’interno di aree industriali e produttive dismesse e degradate. La Regione Toscana negli ultimi anni, anche attraverso la legge 65 che detta le regole di governo del territorio aperto, ha più volte insistito sui criteri de i coni visivi, e la tutela delle aree di pregio paesaggistico e culturale come elementi dirimenti rispetto alla compatibilità paesaggistica di certi impianti; risulta pertanto impossibile non fare una valutazione sulla collocazione e contestualizzazione di impianti di tali dimensioni e non tener conto delle criticità che portano con sé".

Per Giuliano Parodi, in base alla documentazione disponibile, il progetto andrebbe a compromettere il tratto di Val di Cornia dal punto di vista paesaggistico. 

"E’ auspicabile, in questa fase di valutazione e di osservazioni alla VIA, scadenza per le osservazioni il 4 Gennaio 2024, che il dibattito non si limiti ad un approccio riferito ai singoli Comuni di Piombino e Campiglia Marittima, ma che si estenda all’ambito territoriale complessivo di riferimento. La riflessione generale - ha concluso Parodi - va fatta a nostro avviso in maniera condivisa, coinvolgendo anche i Comuni di Suvereto e San Vincenzo ed i cittadini stessi, perché oggi come 10 anni fa non possiamo permetterci scelte fatte in nome di una ipotetica innovazione che poi di fatto, trasfigurano il nostro territorio, in gran parte compromesso, per sempre”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Svolto il primo appuntamento a Salivoli dedicato al tema cultura, venerdì invece si parlerà di città sicura con il candidato Gianni Anselmi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità