QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°25° 
Domani 23°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 17 luglio 2019

Attualità mercoledì 22 novembre 2017 ore 16:50

Dall'oasi al mare, a lezione per scoprire tesori

Gli assessori Di Giorgi e Chiarei fanno il bis. Due i progetti, uno rivolto alle scuole elementari e uno per le medie, dedicati alla scoperta del territorio



PIOMBINO — Partono anche quest'anno nelle scuole elementari e medie del territorio i progetti di educazione ambientale promossi dall'Assessorato all'Ambiente e alla Pubblica istruzione del Comune di Piombino. Due i progetti, Conoscere il nostro territorio per la scuola elementare e Un percorso alla scoperta dei tesori del nostro mare e della nostra terra rivolto alle scuole medie.

“Visti gli ottimi risultati ottenuti in questi anni – hanno affermato gli assessori Margherita Di Giorgi e Marco Chiarei – abbiamo ritenuto opportuno proseguire l'attività nelle scuole al fine dei realizzare un percorso ideale sui tre cicli coinvolti, quarte, quinte elementari e prima media, che dovrebbe consentire ai nostri bambini di completare questo viaggio di conoscenza del nostro territorio nei tre anni di scuola".

In particolare il percorso delle classi quarte si rivolgerà alla vita nelle aree umide con riferimento all'Oasi Naturale di Orti Bottagone, mentre le classi quinte affronteranno l'argomento della scoperta del paesaggio nella storia. Il mare, invece, sarà il tema centrale nella scuola media, con un percorso specifico su Piombino nel santuario Pelagos, i relitti del nostro mare e visita guidata al museo archeologico, il porto di Piombino e i suoi sviluppi.

L'organizzazione e la gestione delle lezioni e dei laboratori verrà effettuata dalla società Parchi Val di Cornia, in collaborazione con il servizio Scuola Infanzia Educazione e con il servizio Ambiente del Comune con un budget di spesa di 10.700 euro circa. Il modulo per le scuole medie dedicato ai tesori del mare vedrà la partecipazione di biologi marini dell'osservatorio per la Biodiversità “Cetus” di Viareggio, con la Lega Navale di Piombino per quanto riguarda la parte relativa ai relitti del mare mentre la parte relativa al porto sarà curata dal personale dell'Autorità portuale, della Capitaneria di Porto e dagli ormeggiatori.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica