Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:59 METEO:PIOMBINO13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Politica venerdì 08 novembre 2019 ore 10:31

Proposta cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Liliana Segre (Foto tratta da Wikipedia)

Il consigliere Callaioli (Rifondazione Comunista) presenterà la mozione durante il prossimo consiglio comunale. Ecco spiegate le motivazioni



PIOMBINO — Possibile e Rifondazione Comunista promuovono una mozione per concedere la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, neo presidente della commissione parlamentare che si occuperà di combattere razzismo e crimini d'odio e per porgerle solidarietà da tutti gli attacchi che riceve quotidianamente per il suo impegno contro l'antisemitismo e la testimonianza della Shoa italiana che cosi tanti morti ha causato all'Italia.

Il consigliere Fabrizio Callaioli, del Partito di Rifondazione Comunista a Piombino, la presenterà durante il prossimo consiglio comunale, che si svolgerà il 25 novembre, giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne. 

Non poteva esserci momento più giusto per esprimere solidarietà ad un donna, commentano in una nota, oggi senatrice a vita, che ha vissuto sulla propria pelle, ancora bambina, l'orrore dei campi di sterminio nazisti e che oggi, a quasi 90 anni, è costretta a vivere sotto scorta per le minacce ricevute.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Su #tuttoPIOMBINO di QUInews Valdicornia Gordiano Lupi ricorda la piazza d'un tempo e i ricordi ad essa legati. Foto di Riccardo Marchionni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Politica

Attualità