comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:PIOMBINO11°17°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 27 ottobre 2020
corriere tv
Conte firma il nuovo dpcm: bar e locali chiusi dalle 18

Lavoro martedì 21 luglio 2020 ore 18:11

Novecentomila euro per il rilancio post Covid

Da sinistra: l'assessore Ferracci, il sindaco Ferrari e l'assessora Nigro

Al via Re-Start, il piano per il rilancio post-Covid con le misure a sostegno dell’economia e della fiscalità per imprese e professionisti



PIOMBINO — Il Comune di Piombino ha presentato il progetto Re-Start per rilanciare l’economia del territorio dopo la grave crisi innescata dalla pandemia da Covid-19.

Il primo campo di intervento attivato è nel settore dei tributi: per oltre 900mila euro di manovra complessiva il Comune di Piombino ha deciso di varare l’Anno bianco, erogando contributi alle attività economiche e ai lavoratori autonomi destinatari di provvedimenti di sospensione dell’attività, o che la hanno volontariamente sospesa, il cui volume d’affari medio mensile è risultato inferiore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel caso l’attività abbia avuto inizio solo successivamente al 30 giugno 2019, il confronto avverrà con gli ultimi quatto mesi antecedenti, o il minore periodo di svolgimento dell’attività, escludendo le frazioni di mesi.

Il contributo netto massimo che ogni impresa o lavoratore autonomo può ricevere ammonta alla somma dovuta nell’anno 2020 al Comune di Piombino a titolo di tassa di occupazione di suolo pubblico permanente (con esclusione dei passi carrabili e delle occupazioni di sottosuolo e soprassuolo con cavi, condutture, impianti di distribuzione, con corresponsione della Tassa per numero di utenti), di Cimp, il canone per l’installazione di mezzi pubblicitari, e di servizio frecce indicatrici stradali delle attività economiche. Si interverrà anche sulla Tosap temporanea per manifestazioni, eventi e iniziative non permanenti organizzati da imprese o associazioni volte alla rivitalizzazione del tessuto economico, comprese lo svolgimento di sagre e feste, eventi promozionali ed attività organizzate dai Centri commerciali naturali.

La richiesta di contributo, a pena di inammissibilità, deve essere formalizzata secondo il modello di dichiarazione predisposto dal comune che dovrà essere inviato all’indirizzo comunepiombino@postacert.toscana.it. all’attenzione del Servizio Entrate entro il termine del 15 settembre 2020.

Le rate di provvedimenti di dilazioni concesse a qualsiasi titolo ai sensi dei regolamenti comunali delle entrate tributarie e non tributarie, scadenti nei mesi da agosto a dicembre 2020, sono sospese fino al 1 gennaio 2021 e l’originario piano di rateizzazione è automaticamente spostato in avanti di cinque mesi. Nei fatti viene data la possibilità di iniziare il pagamento nel 2021.

Modificato anche il regolamento delle entrate tributarie ed extra-tributarie con la possibilità di dilazionare e posticipare il pagamento. Queste manovre si aggiungono ad altre che in questi mesi il Comune ha varato: l’ulteriore dilazione delle rate, la concessione di nuove aree per le attività di ristorazione, l’azzeramento dei canoni di locazioni degli immobili comunali durante il lockdown e anche dei parcheggi in città.

Il quadro sarà integrato, in Consiglio comunale, da un intervento sulla Tari che permetterà di dare una risposta concreta a circa 2300 imprese con una riduzione che potrà arrivare ad un 50 per cento. Questa manovra interesserà anche anche 1200 soggetti privati quali beneficiari di esenzione con Isee uguale a 10mila euro.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica