Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO16°18°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Treviso, incidente deltaplano: il video della tragedia

Attualità lunedì 12 aprile 2021 ore 07:00

"Così stiamo perdendo una occasione storica"

Camping Cig

Il Camping Cig non condivide il percorso dell'amministrazione per la presentazione dei progetti per il Recovery Fund



PIOMBINO — Dal Coordinamento Camping Cig i dubbi rispetto alla proposta presentata dal Comune di Piombino alla Provincia di Livorno per il Recovery Fund. "Oltre che essere economicamente risibile delinea progetti di ordinaria amministrazione per qualsiasi Comune", hanno commentato. 

"Quasi due anni fa il Camping Cig evidenziava la necessità di avviare un percorso partecipativo per permettere all'intera comunità la definizione di un piano di rinascita per Piombino su cui mobilitarsi unitariamente affinché il Governo e la Regione vi dedicassero risorse eccezionali a partire dal Recovery Fund. - hanno ricordato - Quasi tutti invece hanno pensato, seguendo vecchi schemi partitici e corporativi, di riuscire a risolvere i problemi isolandosi".

"Così siamo giunti ad Aprile al cui termine il Governo dovrà dire all'Europa come intende usare i soldi delRecovery senza che dalla nostra zona sia giunto un piano di rinascita unitario! - hanno aggiunto - Piano che per noi doveva essere costruito all'interno di un progetto di democrazia partecipata per garantirne la fattibilità, l'equità e la convinta partecipazione attiva della popolazione alle necessarie mobilitazioni per ottenere l’assegnazione dei fondi pubblici. Piano al cui interno potevano trovare spazio progetti per uno sviluppo sociale, economico ed occupazionale diversificato: piccole e medie imprese industriali ecocompatibili, turismo, commercio, artigianato, agricoltura, portualità, od infrastrutture come la 398 e la ferrovia fino al porto, gli smantellamenti e le bonifiche per creare nei territori non più lasciati all'abbandono nuove attività. La città e la fabbrica sotto controllo statale potevano risorgere insieme. Così stiamo perdendo una occasione storica. La proposta presentata dal Comune di Piombino alla Provincia diLivorno per il Recovery Fund oltre che essere economicamente risibile delinea progetti di ordinaria amministrazione per qualsiasi Comune". 

Per il Camping Cig, il Patto per Piombino scritto dall'Amministrazione Comunale "avrebbe dovuto essere la base delle richieste per il Recovery Fund è stato presentato con forte ritardo, brilla per la sua genericità e per il percorso seguito sarà frutto delle sole forze politiche di maggioranza. Dubitiamo per questo che qualche proposta degna di nota possa così giungere al Governo per impegnare parte del Recovery Fund nella nostra zona. Questo fatto è gravissimo. In questo modo - hanno concluso - i soldi del Recovery Fund non arriveranno a Piombino o ne arriveranno una minima parte in mano a qualche imprenditore che perseguirà esclusivamente i propri interessi".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Presentato un ordine del giorno per chiedere al Comune di prendere una posizione contro questa ipotesi nelle campagne del borgo
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Politica

Attualità