Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 23 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Michele, il rider ferito al volto per difendere una ragazza: «Lo rifarei»

Attualità martedì 16 febbraio 2021 ore 19:00

Patto per Piombino, parte il percorso partecipato

Francesco Ferrari

Il sindaco Ferrari: "Percorso di partecipazione attiva di cittadini, quartieri, associazioni e stakeholders che sarà presentato a Regione e Governo"



PIOMBINO — Inizia il percorso partecipato per le osservazione e i contributi sul Patto per Piombino, il documento programmatico, redatto dall’Amministrazione Ferrari, che mira al totale risanamento dell’intero Sin come strumento di rinascita economica e sociale.

“Vogliamo che questo ambizioso progetto, che passa anche dalla riduzione delle aree industriali vicino alla città, dalla riconquista del verde e dalla valorizzazione dell'archeologia industriale, sia discusso con la città. - ha spiegato Francesco Ferrari, sindaco di Piombino - Il piano, una volta definito, sarà presentato alla Regione Toscana e al Governo affinché possano essere intercettati tutti quei finanziamenti, europei e non solo, indispensabili per la sua realizzazione”.

Come spiegato in una nota dell'Amministrazione, il Patto per Piombino poggia le proprie basi su tre grandi pilastri: gli smantellamenti e le bonifiche, le opere infrastrutturali di collegamento, gli investimenti culturali. Il Patto mira ad ottenere le risorse rilevanti che l’Unione Europea metterà a breve a disposizione dei singoli Paesi, tra Recovery Fund e risorse destinate alle singole Regioni. A tutto questo si aggiunge la partita dell’ingresso dello Stato nella compagine sociale di Jsw che, oltre a tutelare tutti i lavoratori oggi in cassa integrazione, garantirebbe governance e produzione green in coerenza con Green Deal europeo.

“La volontà dell'Amministrazione è quella di rendere il Patto per Piombino un documento progettuale condiviso nella maniera più vasta possibile, - ha aggiunto Ferrari - in questa ottica, è indispensabile intraprendere un percorso di partecipazione attiva di cittadini, associazioni, stakeholders affinché il Patto possa essere arricchito e reso più efficace dalle osservazioni, suggerimenti e proposte che arriveranno dalla comunità".

Il percorso partecipato prevede l’audizione dalle commissioni compartimentali, dei quartieri, delle associazioni di categoria e sindacali, dei portatori d’interesse, delle Istituzioni del territorio fino ad arrivare, una volta recepiti i contributi di tutti, al Consiglio comunale che siglerà il documento condiviso. In questa fase è attiva una sezione dedicata, sul sito del Comune, in modo che qualunque cittadino possa prendere visione del documento.

“Abbiamo voluto un percorso partecipato – ha concluso il sindaco - perché il presentarsi alle istituzioni superiori con una volontà trasversale una condivisone massima di un documento di intenti di idee progettuali significa avere più forza e più possibilità di portare a casa un risultato di cui la città ha un’urgenza assoluta”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da domenica 25 Aprile dall'incrocio con Viale Amendola fino a via Salivoli la strada sarà chiusa al traffico veicolare
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità