Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:56 METEO:PIOMBINO12°14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 23 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sorprende i ladri nel suo bar: la reazione disperata della negoziante che protegge l’incasso

Politica martedì 22 giugno 2021 ore 09:32

Rimateria, il punto di Lavoro & Ambiente

Il simbolo della lista Lavoro & Ambiente

"Fumosi suggerimenti. Intento di mettere sotto processo l’amministrazione comunale e additarla come responsabile del fallimento"



PIOMBINO — "Sulla vicenda Rimateria si sta leggendo di tutto, affermazioni fatte in piena libertà, prive di qualunque riferimento alla realtà dei fatti, delle leggi che vi presiedono e degli atti amministrativi conseguenti". E' la lista civica Lavoro & Ambiente, che esprime l'assessore all'Ambiente nell'amministrazione piombinese, a intervenire contestando i "fumosi suggerimenti che denotano una sostanziale ignoranza delle leggi vigenti in materia" e "l'insostenibile novella della virtuosità di una società nata come strumento di risanamento e di sviluppo" uniti dal comune intento di "mettere sotto processo l’amministrazione comunale e additarla come responsabile del fallimento".

"Che la società fosse nata per risanare è ormai una novella imbarazzante da sostenere: milioni di metri cubi di rifiuti provenienti da 11 regioni d’Italia abbancati in una montagna a pochi metri dai centri abitati e gestita in modo non conforme alla legge, nata solo per tappare un buco milionario maturato nei bilanci di Asiu, sono l’unica innegabile verità, sotto gli occhi di tutti, magistratura e guardia di finanza compresi. - ha scritto la lista Lavoro & Ambiente in una nota - Chi scrive che 'gli amministratori locali hanno agito per chiudere Rimateria' evidentemente ignora i motivi, le competenze e gli atti procedurali che hanno determinato questo esito; ignora la conferenza dei servizi che ha dichiarato inaccoglibile l’istanza di Aia, ignora i pareri negativi espressi dagli enti competenti. Certo, chi fino a ieri ha chiuso gli occhi di fronte al mancato rispetto delle leggi, preoccupato solo di coprire le proprie responsabilità politiche ed amministrative e che oggi continua a definire l’osservanza della legge una morsa che soffoca l’azienda, dimostra la stessa sensibilità di chi definisce il rispetto delle leggi una rogna e Ischia di Crociano un buco in cui conferire rifiuti". 

"L’amministrazione non ha impedito a Rimateria di svolgere la sua missione: - hanno proseguito - la vendita ai privati e il mancato rispetto delle norme ambientali lo hanno impedito, nonché una gestione economico-finanziaria sulla quale magistratura e guardia di finanza faranno luce. La Regione Toscana ha già attivato il percorso previsto indicando nel curatore fallimentare il titolare delle autorizzazioni vigenti sull’impianto e della sua corretta conduzione. Questa è la procedura prevista. - e hanno concluso - Seguire attentamente la corretta ottemperanza alle prescrizioni e cercare soluzioni per i lavoratori sarà la priorità di questa amministrazione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno