QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10°12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 10 dicembre 2019

Attualità sabato 11 giugno 2016 ore 08:35

Addio all'erba alta nella rotatoria di Baratti

La provincia ha rilasciato il nulla osta che consente l'affidamento in uso al Comune della rotatoria di Baratti. Ora potrà essere adottata



PIOMBINO — A distanza di alcuni mesi, la provincia ha rilasciato il nulla osta che affida in uso al Comune di Piombino, su sua richiesta, la gestione e la manutenzione degli spazi verdi nelle rotatorie e nelle isole spartitraffico di proprietà della provincia stessa.

Tra queste aree c'è anche la rotatoria di Baratti, che fa parte dell'elenco di spazi che possono essere assegnati senza fini di lucro a soggetti pubblici e privati in cambio dell'apposizione di targhe pubblicitarie secondo la pratica della cosiddetta “adozione in sponsorizzazione”.
Un'iniziativa prevista nell'ambito del progetto “Aree verdi in adozione”, lanciato dall'assessorato al decoro urbano nell'ottobre scorso, sulla base del regolamento del verde del Comune,.
La rotatoria di Baratti era rimasta in sospeso, rispetto ad altre aree già date in adozione, proprio in attesa di questa delibera da parte della Provincia che potesse autorizzare il Comune ad avviare la procedura. Adesso il Comune pubblica da lunedì 13 giugno un avviso pubblico con il quale invita gli interessati a contattare entro 21 giorni e cioè entro lunedì 4 luglio, l'ufficio Decoro Urbano (settoe Lavori pubblici) 0565 63247.

Per le adozioni in sponsorizzazione hanno aderito fino ad oggi l’A.S.C.A. (associazione per le scienze e la comunicazione ambientale) per l’area verde che circonda il Centro Giovani, Horus Formazione srl per le due isole spartitraffico e un’aiuola comprese tra via Unità d’Italia e viale Regina Margherita; l’associazione Motocross di Piombino per la macro area verde in loc. Montecaselli; “Oasi della frutta” per il giardino di via Fiume; il camping “Pappasole” per la rotatoria della strada comunale di Pappasole, “PerMare” srl per la rotatoria di viale Regina Margherita, il ristorante “Demos” per l’isola verde del parcheggio di Baratti, Port Security per uan rotatoria del porto.

“Il verde pubblico è un valore collettivo da tutelare in tutti i suoi aspetti – afferma l'assessore ai lavori pubblici Claudio Capuano - E’ giusto promuoverne un uso più attento per far comprendere che la città è di tutti e che ognuno è responsabile del suo decoro e della sua immagine. Crediamo che questa iniziativa, insieme alle altre messe in campo in questo settore, possa rappresentare un’occasione importante di accrescimento culturale, di partecipazione e di condivisione”.



Anziano accoltellato a Milano, De Corato: «I delinquenti devono restare in carcere»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità