Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PIOMBINO16°21°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Lavrov all'Onu: «L'Occidente vuole smembrare e cancellare la Russia»

Lavoro giovedì 06 dicembre 2018 ore 17:30

Seca, verso l'affitto del ramo d'azienda

Foto tratta dal sito secaenergia.it

Questo quanto emerso dall'incontro tra vertici aziendali, Regione, Comune e sindacati per il futuro della centrale di Piombino. Si riparte nel 2019



PIOMBINO — Dovrebbe concludersi con l'affitto del ramo d'azienda alla società E1 Srl e con la ripresa dell'attività la vicenda della ex centrale a biocombustibile Seca di Piombino. 

Questo quanto emerso dall'incontro che si è tenuto nel pomeriggio di giovedì 6 dicembre a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della giunta regionale. A convocarlo il consigliere del presidente Rossi per le questioni legate al lavoro, Gianfranco Simoncini. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti sindacali delle sigle Uiltec/Uil, Filctem/Cgil, Feaei/Cisl, l'assessore del Comune di Piombino Ilvio Camberini e rappresentanti di Seca ed E1 Srl.

L'incontro, come ha spiegato Simoncini, rientrava nell'attività di monitoraggio che ormai da tempo la Regione sta portando avanti rispetto ad una vicenda che coinvolge una decina di lavoratori. I rappresentanti della Seca hanno informato che si svolgerà entro Natale l'assemblea dei soci per decidere circa l'affitto del ramo d'azienda alla società E1 Srl che fa parte del gruppo Ricciarelli. Da parte sua il presidente del gruppo Ricciarelli ha informato che la volontà della società è di procedere all'acquisto totale e di far ripartire l'attività industriale della centrale da gennaio 2019.

A fronte delle richieste delle organizzazioni sindacali è stato concordato che non appena saranno concluse le formalità per l'affitto del ramo d'azienda a E1 Srl, sarà organizzato un incontro con i rappresentanti dei lavoratori per fare il punto sulle prospettive aziendali, ferma restando la garanzia di continuità occupazionale per tutti i dipendenti.

Soddisfatto Gianfranco Simoncini che ha espresso apprezzamento per una soluzione che conclude positivamente una vicenda che si stava trascinando da anni. Ed al tempo stesso ha dato piena disponibilità a riconvocare un tavolo istituzionale qualora dovesse arrivare richiesta dalle parti.

 “Le notizie ricevute dai rappresentanti delle aziende sul futuro della centrale sono positive. - ha dichiara Gianluca Persico, segretario generale Filctem-Cgil provincia di Livorno - La centrale dovrebbe infatti riprendere la produzione dopo che l’assemblea dei soci di Seca, convocata per metà mese, ratificherà l’affitto di ramo d’azienda a E1 srl. Un sospiro di sollievo per i 12 lavoratori che soprattutto nell’ultimo anno sono stati costretti a sostenere tanti sacrifici. Le organizzazioni sindacali e la E1 srl, conclusi gli atti necessari, si incontreranno per analizzare le prospettive future della centrale”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'avviso dalla sala operativa della Protezione civile regionale che segnala temporali forti e rischio idrogeologico su gran parte della Toscana
DOMANI AVVENNE
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità