Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:49 METEO:PIOMBINO18°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Quota 100, Draghi: «Non sarà rinnovata e puntiamo a un graduale ritorno alla normalità»

Lavoro mercoledì 22 settembre 2021 ore 14:59

Acquistato il capannone e Sicmi lascia la città

Dall'azienda: "Impegnati a rimanere sul territorio. Attivato un canale con il Mise". Il sindaco pensa al recupero delle aree dismesse



PIOMBINO — Oggi il sindaco di Piombino Francesco Ferrari ha incontrato i referenti di Sicmi Sea Style, l’azienda di cantieristica nautica presente sul territorio e che recentemente è tornata a considerare l'ipotesi di trasferire in un altro Comune il proprio cantiere per questioni logistiche.

“Come azienda, siamo da sempre impegnati a rimanere sul territorio. – ha affermato Pasquale Di Napoli, sales director di Sicmi - Al momento, vista l’imminente necessità di lasciare il capannone che ora è sede della nostra attività, poiché acquistato da terzi, abbiamo deciso di spostare su Carrara le maestranze formate a Piombino con l’unico scopo di mantenerle per ricollocarle quanto prima nella prossima sede nella nostra città: a tale scopo, l’azienda ha attivato un canale con il Mise”.

“Il Comune è sempre stato vicino all’azienda, sempre pronto a recepirne le necessità e a fare il possibile per abbattere gli ostacoli, esattamente come cerchiamo di fare quotidianamente per tutte le aziende del territorio. – ha spiegato Francesco Ferrari, sindaco di Piombino - Siamo ben consapevoli delle difficoltà che gli imprenditori si trovano a fronteggiare e, vista l’importanza dell’industria per Piombino, siamo sempre disponibili al dialogo e a farci portavoce del settore, se non a risolvere i problemi quando di nostra competenza”.

“L’interlocuzione tra Sicmi e Mise, oltre ad essere utile per l’individuazione della nuova sede e delle risorse necessaire, può aiutare a definire un metodo efficace. – ha concluso il sindaco -Metodo che, una volta collaudato, potrà essere declinato a favore di altri imprenditori e a soluzione di tutte quelle aree che il nostro territorio può vantare e che possono essere appetibili per tutta una realtà produttiva che qui può insediarsi e crescere. Sarebbe utile, a questo scopo, delineare un percorso con Regione e Governo, come successo per Taranto, che tenga insieme recupero delle aree dismesse, bonifiche e incentivi fiscali per tutte quelle imprese che potrebbero investire sul territorio”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Complessivamente saranno 16 le colonnine in 8 diverse postazioni da Riotorto a Salivoli grazie all’intesa tra Comune ed Enel X
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità